Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Country Focus: Paesi Bassi

Doreen Boonekamp • Amministratore delegato del Netherlands Film Fund

di 

Doreen Boonekamp  • Amministratore delegato del Netherlands Film Fund

- I nuovi accordi di co-produzione e sviluppo firmati con la Germania, qualche risultato incoraggiante al botteghino per i titoli locali e un nuovo sistema d’incentivi per la produzione cinematografica che celebra il suo primo anniversario: l’industria del cinema olandese sembra godere di ottima salute nel 2015. Cineuropa fa il punto della situazione con l’amministratore delegato della Netherlands Film Fund, Doreen Boonekamp.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cineuropa: Nel giugno 2014, la Netherlands Film Fund ha lanciato il sistema d’incentivi Netherlands Film Production Incentive (NFPI).  A distanza di un anno, qual è la sua opinione sui risultati ottenuti?
Doreen Boonekamp
: Il NFPI ha avuto sin dall’inizio un impatto molto positivo sull’industria cinematografica olandese. Circa €17.5 milioni sono serviti a finanziare principalmente le co-produzioni internazionali. Abbiamo constatato un aumento significativo nell’attività di produzione nei Paesi Bassi, dato che questi progetti hanno portato nel Paese più di €85 milioni per la produzione. Sessantasette sono i progetti che la NFPI ha finanziato dopo essere entrata in vigore nel 2014: per 46 di questi sono iniziate le riprese, mentre quattro sono già stati realizzati. Crediamo che il sistema sia percepito come trasparente e facilmente accessibile sia dai produttori nazionali che da quelli internazionali. Il budget disponibile per il 2015 è leggermente superiore a €25 milioni.

Verrano introdotte innovazioni nel NFPI?
Attualmente c’è una discussione in corso, per estendere il sistema a un livello più alto e per gli sceneggiati di co-produzione internazionale, ma questo può realizzarsi soltanto quando sarà disponibile un budget suppletivo.

I Paesi Bassi hanno sempre avuto un atteggiamento positivo nei confronti delle co-produzioni internazionali. La riconferma è arrivata quest’anno con l’accordo di co-produzione firmato da Germania e Olanda. Come si sono evolute le cose da quel momento?
In effetti, molti film sono stati co-prodotti da due Paesi, come Supernova [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Atlantic. [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Jan-Willem van Ewijk
scheda film
]
, A Blast [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Syllas Tzoumerkas
scheda film
]
, Nena [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Zurich
 [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, e gli imminenti All of a Sudden e Francofonia. È grazie a questo accordo che la collaborazione è stata intensificata. Tra i nuovi progetti troviamo Brimstone [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Martin Koolhoven
scheda film
]
di Martin Koolhoven (N279 Entertainment) e The Little Vampire 3D di Richard Claus (First Look), che stanno firmando accordi di produzione con la Germania.

La Germania sembra essere il partner favorito, dal momento che è in corso un altro accordo – un fondo di sviluppo dei film per bambini di Paesi Bassi/Germania. Cosa sa dirci a riguardo?
I film per bambini, per ragazzi e per famiglie dei Paesi Bassi vantano un bilancio positivo, sia a livello nazionale che internazionale. A livello internazionale, questo genere è largamente apprezzato e acclamato, come evidenziato dalle selezioni dei festival e dai premi conferiti. Offrono molte possibilità di creazione in relazione al materiale educativo che riprende temi contemporanei, storici e universali. È una delle nostre maggiori priorità. Per questo motivo, durante l’ultima edizione della Berlinale, il Netherlands Film Fund e la Mitteldeutsche Filmförderung hanno lanciato un fondo di co-sviluppo per film originali per bambini e ragazzi. Ci aspettiamo di selezionare il primo progetto a maggio. Ciò che rende speciale questo fondo è che è finalizzato al finanziamento delle co-produzioni in fase di sviluppo, permettendo così alle troupe coinvolte di ogni Paese, di co-sviluppare i progetti in stretta collaborazione.

I Paesi Bassi sono sempre stati forti nella produzione dei cortometraggi animati; cosa può dirmi riguardo ai lungometraggi animati? Il fondo finanzierà questi ultimi in particolare?
Dal 2009, stiamo compiendo sforzi al fine di stimolare lo sviluppo e la produzione di lungometraggi animati. Un’eclettica varietà di 15 progetti di lungometraggi animati si trova ora in varie fasi di sviluppo e produzione. Per la maggior parte di questi si tratterà di una co-produzione internazionale. Alcuni di questi, sono già usciti nelle sale, come Miffy the Movie [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Pim & Pom, the Big Adventure
 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e Trippel Trappel [+leggi anche:
trailer
scheda film
]

Di recente, molti film olandesi come Viper’s Nest 2 e Admiral [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
hanno goduto di un discreto successo al botteghino nazionale. E per quanto riguarda le prossime uscite? Ci sono potenziali successi che si faranno notare nei prossimi mesi?
Sono molti i titoli che hanno contribuito alla crescita della quota di mercato dei film olandesi al botteghino nazionale. Bloed, zweet en tranen di Diederick Koopal (Lemming Film) si posiziona attualmente tra i primi quattro. Le prossime uscite includono film per ragazzi come Kidnap di Diederik Ebbinge (prodotto dalla Shooting Star), De  Ontsnapping, adattamento letterario di Ineke Houtman (JWP Scholte Beheer) e De Masters, la commedia di Mimoun Oaissa (TdM Productions). La commedia Surprise del regista vincitore di un Oscar Mike van Diem (Isabella Films), uscirà a maggio, così come il film sul ciclismo Ventoux di Nicole van Kilsdonk (KeyFilm). E a fine anno, siamo anche entusiasti per il nuovo film di Alex van Warmerdam, Schneider vs Bax e per Beyond Sleepdi Boudewijn Koole. Il film in competizione a Cannes The Lobster [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
Q&A: Yorgos Lanthimos
scheda film
]
uscirà sugli schermi verso la fine del 2015.

Newsletter

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno

Follow us on

facebook twitter rss