Dopo l'amore (2016)
Belle Dormant (2016)
Miséricorde (2016)
La comune (2016)
Lady Macbeth (2016)
Grave (2016)
The Fixer (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Country Focus: Finlandia

Un 2010 da record per i film di casa

di 

- Lo scorso è stato un anno record per la Finlandia, almeno dall’introduzione della raccolta di dati sugli spettatori del 1969: il cinema locale ha superato infatti i due milioni di spettatori e ha fatto registrare il 27% di share di mercato. I 2.072.237 spettatori di film locali del 2010 sono più del doppio di quelli del 2009.

Due pellicole finlandesi sono state i grandi hit dell’anno: la commedia Lapland Odyssey [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(335.000 spettatori), di Dome Karukoski ed il film per ragazzi di Mari Rantasila Ricky Rapper and the Bicycle Thief (328.000).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Princess, lungometraggio di debutto del documentarista Arto Halonen, si è piazzato al settimo posto della Top10 del 2010 con 279.000 spettatori, e Backwood Philosopher di Kari Väänänen al nono (217.000).

Tutti i titoli hanno beneficiato di una controtendenza nelle frequenze cinematografiche: il numero totale di spettatori ha toccato quota 7.7 milioni, il doppio del 2009, risultato mai raggiunto dal 2003. Il blockbuster americano Sex and the City 2 è stato il terzo successo dell’anno, seguito da Alice in Wonderland e Harry Potter e i doni della morte: Parte 1 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
.

Tra le ragioni del successo del cinema locale ci sono la grande varietà ed il numero di film usciti, 23 (quattro volte in più del 2009), secondo il Finnish Film Foundation (FFF), oltre ad un alto numero di documentari (nove). “È fantastico che il pubblico sia venuto al cinema a vedere così tanti e diversi film domestici”, ha dichiarato Petri Kemppinen, Responsabile della Produzione al FFF. “Siamo molto grati per l’aumento di fondi, che ha reso possibile il finanziamento di più film, con somme più grandi, e la distribuzione digitale”.

Ad oggi, il 30% delle sale finlandesi sono digitali. Il processo di digitalizzazione ha migliorato l’accesso ai film appena usciti nelle città minori, che possono beneficiare anche della pubblicità e del marketing nazionali.

Newsletter

courgette oscar shortlist

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250