Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Country Focus: Ungheria

Il cinema ungherese torna in forze all'EFM

di 

Il cinema ungherese torna in forze all'EFM

- Dopo un difficile periodo di magra, la produzione cinematografica ungherese si è rimessa in moto e il 2014 vedrà arrivare un buon numero di titoli magiari nelle sale e/o ai festival. Un ritorno in salute che si manifesta alla 64ma Berlinale, al via da oggi con A Land of Storms [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Adam Csaszi
festival scope
scheda film
]
di Ádám Császi al Panorama (leggi l'articolo) e un solido contingente di titoli all'European Film Market.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Quattro lungometraggi della line-up dell'Hungarian National Film Fund Sales debutteranno sul mercato: Heavenly Shift [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Mark Bodzsar (leggi l'articolo), Coming Out di Denes Orosz (il film ungherese n°1 al box-office nazionale 2013 - news), Liza, the Fox-Fairy [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Karoly Ujj Mészáros
scheda film
]
di Károly Ujj Mészáros (articolo) e il film fantastico Aura di Zsolt Bernáth.

Tra le prevendite si distinguono White God di Kornel Mundruczó (articolo) e Mirage di Szabolcs Hajdu (articolo), le nuove opere di due cineasti apprezzati nei grandi festival.

Sono attesi con curiosità anche Weekend di Aron Mátyássy (articolo), Swing di Csaba Fazekas (articolo) e Zero di Gyula Nemes (articolo).

Si segnalano inoltre tre opere prime che arriveranno nelle sale quest'anno: Afterlife di Virag Zomborácz (articolo e vedi il making of), Whatever Happened to Timi di Attila Herczeg e The Wednesday Child di Lili Horváth.

Questa ondata di titoli ungheresi in post-produzione include anche Paw di Robert Adrian Pejo (articolo), No Man's Island di Ferenc Török, Car Park di Bence Miklauzic (articolo), la commedia Argo 2 [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Attila Árpa e la docufiction sperimentale Picturesque Epochs di Péter Forgács.

Infine, due progetti ungheresi figurano tra i 39 selezionati all'11mo Berlinale Co-Production Market: House of Isaura di Bence Fliegauf (la cui sceneggiatura racconta le disavventure di un "alieno" che sbarca in campagna) e Ginko del duo Mónika Mécs - Gábor Rohonyi (centrato su un irlandese che investe due bambini in Ungheria e sul padre di questi che cerca di far mettere in prigione il pirata della strada, tra il clamore dei media e una crisi diplomatica tra i due paesi).

Newsletter

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno

Follow us on

facebook twitter rss