Corpo e anima (2017)
What Will People Say (2017)
Nico, 1988 (2017)
Arrhythmia (2017)
The Charmer (2017)
Scary Mother (2017)
Mademoiselle Paradis (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Country Focus: Belgio

Wallimage/Bruxellimage, capitolo terzo

di 

- La terza sessione della linea d'investimento Wallimage/Bruxellimage si è tenuta a fine febbraio. Finanziata in parti uguali dalle regioni vallone e brussellese, questa linea di investimento permette di completare il finanziamento di produzioni che si impegnino ad effettuare spese importanti, almeno 100.000€, in ciascuna delle regioni citate. Come la maggior parte degli aiuti regionali, questo sistema ha permesso in passato di sviluppare in modo considerevole l'industria audiovisiva vallone, e dovrebbe oggi fruttare anche al settore brussellese.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questa terza sessione s'inscrive nella linea delle precedenti. Da una parte, un sostegno confermato alle coproduzioni francofone di prestigio; dall'altro, una mano anche a produzioni locali più confidenziali. Così, Wallimage/Bruxellimage contribuirà al finanziamento del secondo capitolo di Largo Winch, che riunirà rispettivamente davanti e dietro la macchina da presa Tomer Sisley e Jérôme Salle. Il duo volerà in Thailandia, Cina, Germania e Svizzera per le riprese, e farà scalo in Belgio. Alla produzione, ritroviamo la PanEuropéenne e Climax Films. Di altro registro, Samuel Benchétrit dirigerà José Garcia e Anna Mouglalis in Chez Gino, un omaggio agli attori italiani degli anni '60, le cui riprese cominceranno presto a Bruxelles, prima di spostarsi in Francia.

Wallimage/Bruxellimage sosterrà anche Montana, secondo film di Stephan Streker (Michael Blanco), lungometraggio belga prodotto da MG Productions sul fronte francofono, e Minds Meet su quello neerlandofono, così come Hot, Hot, Hot della giovane regista lussemburghese Beryl Koltz, una coproduzione tra Samsa Films per il Lussemburgo e Artemis Productions per il Belgio.

Da notare che alla 37ma sessione della linea "storica" Wallimage (che riguarda quindi solo la Vallonia) che si è tenuta a inizio febbraio, il comitato ha deciso di sostenere due opere molto diverse fra loro: Rien à déclarer di Dany Boon, che si è scelto come partner di lusso Benoît Poelvoorde, e Bye Bye Blondie, ritorno dietro l'obiettivo di Virginie Despentes dieci anni dopo Baise-Moi. Despentes, che ancora una volta adatta uno dei suoi romanzi, alimenterà fantasie offrendo a Emmanuelle Béart e Béatrice Dalle il ruolo di due donne trascinate in una passione devastante. Il film sarà coprodotto da FraKas per il Belgio.

 

in questo country focus

Newsletter

Les Arcs report
WTW Men on the Edge
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss