Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
Soleil battant (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Corpo e anima (2017)
Il mio Godard (2017)
Thelma (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Country Focus: Belgio

2008: botteghino diviso in due

di 

2008: botteghino diviso in due

- È fatta: Loft [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
ha superato il milione di entrate. Un grande successo per il Belgio, se si considera che l'ultimo film ad aver superato questa soglia, Koko Flanel, risale al 1990, epoca in cui la concorrenza del DVD e dei download legali e non era ancora un brutto sogno. È ormai ragionevole pensare che Loft oltrepasserà i 1 082 000 spettatori del suo predecessore, visto che lo scorso weekend il film si attestava ancora al terzo posto del box office fiammingo.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Malgrado ciò, gli esercenti belgi non se la passano bene. Le cifre 2008 non sono incoraggianti, con 21,2 milioni di biglietti staccati (- 3,7% rispetto al 2007), ossia il peggior risultato dal 2002, stando ai dati della Federazione dei Cinema del Belgio. Questo risultato è ampiamente gonfiato da due film che da soli hanno raccolto il 10% delle entrate: Loft, appunto, e il successo europeo dell'anno, Giù al Nord [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, che ha attirato 940 000 fan belgi francofoni. Sono dunque due film europei ad occupare i primi due posti del box office belga 2008, seguiti a distanza dal quarto capitolo di Indiana Jones, il secondo di Madagascar e da Kung Fu Panda.

Se i neerlandesi possono andar fieri di questo risultato storico per i film fiamminghi, sul fronte francofono l'anno è stato nero. Nonostante il discreto successo de Il matrimonio di Lorna [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Arta Dobroshi
intervista: Jean-Pierre et Luc Darde…
intervista: Olivier Bronckart
scheda film
]
e di Eldorado [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, il totale delle entrate delle produzioni maggioritarie e minoritarie belghe francofone non entrerà di sicuro nella storia. Del 2008 resterà la buona riuscita del cinema belga francofono a Cannes, in attesa dei pezzi grossi del 2009, tra cui Mr Nobody di Jaco Van Dormael, Panique au village di Patar e Aubier, Sœur Sourire di Stijn Coninkx e la coproduzione minoritaria Le Petit Nicolas.

 

in questo country focus

Newsletter

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss