Frantz (2016)
La reconquista (2016)
Fuocoammare (2016)
Dogs (2016)
El hombre de las mil caras (2016)
Que Dios nos perdone (2016)
24 Weeks (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Country Focus: Norvegia

Il governo norvegese taglia di 4 milioni il sostegno alla produzione nel 2014

di 

Il governo norvegese taglia di 4 milioni il sostegno alla produzione nel 2014

- In Norvegia il nuovo governo di destra ha tagliato di 4 milioni di euro il sostegno alla produzione cinematografica locale. I tagli, che saranno effettivi dall’anno prossimo, erano inizialmente di 6,2 milioni di euro, ma sono stati ridimensionati durante le trattative con l’opposizione. Il risultato è un totale di 51,6 milioni di euro stanziati per il Norwegian Film Fund e il Norwegian Film Institute.

“Questa decisione non è in linea con le dichiarazioni del governo, che assicurava che si sarebbe preso cura della produzione norvegese e internazionale in Norvegia, assicurando finanziamenti privati al settore culturale”, riferisce il segretario generale dell’Associazione dei Produttori Norvegesi, Leif Holst Jensen, al quotidiano norvegese Aftenposten.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Secondo Holst Jensen la produzione cinematografica è stata uno dei migliori esperimenti di finanziamento pubblico e privato dell’intero settore culturale. Il calo dei fondi pubblici potrebbe avere grosse conseguenze sulla partecipazione di fondi privati e provocare una perdita corrispondente a due, tre o quattro film norvegesi l’anno.

Il produttore Sveinung Golimo (foto) di FIlmkameatene, che al momento sta producendo Børning [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
 di Hallvard Bræin, Operation Arctic di Grethe Bøe e la serie TV da 9,2 milioni di euro di Per Olav Sørensen The Heavy Water War, prenderà presto il posto di capo della produzione e dello sviluppo al Norwegian Films Institute.

Parlando ancora in qualità di produttore privato, Golimo deplora i tagli. “Negli ultimi sette-otto anni i finanziamenti per il cinema non sono aumentati in modo significativo, nonostante debbano ora coprire anche la televisione e i videogiochi, e quasi per niente per quanto riguarda la produzione cinematografica”, spiega.

 

in questo country focus

Newsletter

ArteKino

Follow us on

facebook twitter rss

Digital Production Challenge II - v2