Miséricorde (2016)
6.9 on the Richter Scale (2016)
Belle Dormant (2016)
Callback (2016)
Sámi Blood (2016)
Grave (2016)
Lady Macbeth (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Country Focus: Belgio

Una spinta a progetti in sviluppo e post-produzione

di 

Una spinta a progetti in sviluppo e post-produzione

- Principale evento del calendario dell’industria olandese, l’Holland Film Meeting di Utrecht mette insieme produttori, finanziatori, rappresentanti di fondi e festival cinematografici e distributori e rivenditori mondiali per scoprire progetti e discutere strategie che vanno dallo sviluppo alla distribuzione. Quest’anno, l’Holland Film Meeting si è aperto con uno “Europe Day”, che ha posto il problema di “Come raggiungere il tuo pubblico”.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

“Lo sviluppo del pubblico è un tema importante”, ha commentato Signe Zeilich-Jensen, responsabile dell’Holland Film Meeting. Nel corso della sessione sullo sviluppo del pubblico, Dag Asbjørnsen, funzionario policy dell’Unità MEDIA della Commissione Europea, ha sollevato il problema di come si possa aggiungere una prospettiva europea a dei progetti cinematografici, mentre lo psicologo inglese Richard Hadley era presente nel team del network responsabile della formazione su come comunicare meglio col pubblico. Marek Bien del distributore polacco Gutek Film ha presentato invece il nuovo progetto Scope 70, lanciato insieme con Festival Scope per distribuire film festivalieri.

Al centro dell’evento di quattro giorno c’era la Piattaforma di Co-Produzione HFM, nella quale erano in pitch 21 progetti da Paesi Bassi e altri paesi. “Abbiamo avuto un giorno di preparazione e fornito un supporto per il pitching”, ha dichiarato Zeilich-Jensen. Ellis Driessen, fondatrice dell’HFM Market, ha coordinato invece le analisi “Script e Oltre”. In incontri one-to-one con consulenti per gli script, gli scrittori dovevano delineare l’approccio da adottare per i loro progetti in sviluppo, definire il loro pubblico target e descrivere il tipo di supporto richiesto.

Sono stati inoltre presentati cinque work in progress già in pitch all’HFM. “è una grande opportunità vedere come sono i progetti dopo averli visti solo sulla carta”, ha sottolineato Simon Ofenloch, commissioning editor a ZDF/Arte. “Qui i progetti hanno un’ultima possibilità per superare il gap nella post-produzione”. Ofenloch era entusiasta delle prime immagini di Eisenstein in Guanajuato di Peter Greenaway, selezionato come progetto della Piattaforma di Co-Produzione HFM nel 2013.

Nel corso dell’HFM di quest’anno, il produttore tedesco Jakob D Weydemann di Weydemann Bros, che ha portato in pitch l’intelligente studio di personaggio Little Paradise di Philipp Döring, ha trovato istantaneamente un partner di co-produzione olandese. “Avevamo ricevuto molte manifestazioni d’interesse quando il progetto era stato inserito nella line-up dell’HFM”, ha detto Weydemann, che è riuscito a coinvolgere il produttore Raymond van der Kaaij di Revolver Amsterdam.

In totale, circa 80 sono stati progetti presentati all’HFM. “Ci piace avere un’ampia varietà di generi differenti”, ha concluso Zeilich-Jensen. Tra i progetti di quest’anno c’erano una commedia romantica, un thriller psicologico e un dramma storico. Metà dei progetti in pitching aveva una regista o una produttrice. “Nove dei 21 film sarà diretto da una regista e dieci prodotti da una donna - il rapporto è circa 50-50”.

Newsletter

courgette oscar shortlist

Follow us on

facebook twitter rss

suspi_2016_web300x250