Thelma (2017)
Nico, 1988 (2017)
The Charmer (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Soleil battant (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Rapporto industria: Finanziamenti

Tax Shelter - Malta

Tax Shelter - Malta

- La legge maltese sul cinema, in vigore dal 2005, rappresenta un punto di svolta per la produzione e il finanziamento dei film a Malta. In questo dossier presentiamo in dettaglio gli incentivi e le opportunità offerte da questa piccola isola del Mediterraneo.

Negli ultimi anni, Malta è entrata nel mirino delle compagnie di produzione di tutto il mondo. Ricordiamo tra i titoli più recenti: Troy, Montecristo e Julius Caesar. Ma cosa la rende così attraente per l’industria cinematografica?

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La posizione strategica delle isole maltesi non è il solo motivo che attira l’attenzione delle compagnie di produzione. Dal 2005 Malta offre incentivi ed esenzioni fiscali alle compagnie che producono e investono nell’isola. Questi incentivi hanno lo scopo di trasformare Malta, da semplice location per le produzioni a sede di un’autentica industria cinematografica.

Esistono due tipi di incentivi. I primi consistono in un sistema di rimborsi. Ogni film girato a Malta può chiedere di aver indietro fino al 20% della spesa totale che crea ricchezza per i maltesi, come alberghi, ristoranti e noleggio auto.

Il secondo tipo di incentivo è un sostanzioso sistema di agevolazioni fiscali per coloro che vogliono investire in attrezzature e servizi relativi all’industria cinematografica. Chiunque decida di investire nell’indotto, compresi gli studi cinematografici e i set insonorizzati per le riprese in presa diretta, godono di vantaggi grazie al Business Promotion Act.

L’obiettivo è di investire in servizi per accrescere le capacità tecniche dei lavoratori locali e creare occupazione.

La Commissione cinema di Malta (MFC), inaugurata ufficialmente il 4 febbraio 2000, è l’unico organo governativo con la responsabilità di promuovere Malta come sede ideale per il cinema, oltre che gestire i regimi fiscali.

Malta e gli incentivi finanziari per l’industria audiovisiva

Gli incentivi sono elargiti sotto forma di sovvenzioni a fondo perduto alle produzioni aventi diritto per la parte di spese sostenute a Malta. Fino al 20% di tali spese possono essere rimborsate a una compagnia di produzione non appena finite le riprese. Circa il 90% dei costi di produzione sostenuti a Malta sono generalmente idonei per lo sconto. La percentuale da scontare alla produzione è determinata dalle linee guida fissate dalla Commissione cinema di Malta.

Chi può far domanda?
Le compagnie di produzione audiovisiva che hanno girato a Malta prima del 31 dicembre 2008.

Che tipo di produzioni possono richiedere gli aiuti?
Produzioni cinematografiche e televisive, miniserie, film d’animazione e documentari possono richiedere gli incentivi, a condizione che siano anche solo parzialmente prodotti a Malta.

Quali sono le procedure?
Una descrizione dettagliata del tipo di produzione è richiesta per presentare domanda alla Commissione cinema di Malta, inclusa la quota di spese sostenute a Malta. La Commissione cinema emetterà un’approvazione provvisoria non più tardi di tre settimane dal ricevimento della domanda. L’approvazione finale sarà concessa in seguito a una dettagliata analisi delle spese sostenute a Malta, a riprese terminate. Il rimborso è spedito alla compagnia di produzione entro 5 mesi dalla data di ricevimento della domanda finale.

Quali sono le spese rimborsabili?
Le spese rimborsabili sono i costi del lavoro, i pernottamenti in albergo, noleggio e trasporto dell’attrezzatura, le tariffe di locazione, i servizi di catering, le diarie, l’affitto degli uffici, il noleggio delle attrezzature, computer, oggetti di scena (di produzione locale), proprietà (possedute localmente), animali, veicoli e anche trasporti navali, telecomunicazioni, servizi artigianali, lavanderia, servizi di pulizia e professionali.

Quali elementi devono essere presentati alla Commissione cinema?
1. Una sintesi del progetto o un copione
2. Una tempistica delle riprese
3. Lista dettagliata del preventivo generale di produzione.
Compagnie o privati che investono in infrastrutture audiovisive a Malta possono richiedere tax credits fino al 50% dei loro investimenti sull’isola. I tax credits costituiscono uno sgravio fiscale sulle tasse dovute in seguito ai guadagni derivanti dalle attività approvate. clicca qui

Chi sono i beneficiari del tax credit?
Qualsiasi compagnia audiovisiva che investe nelle seguenti attività:
• La costruzione e gestione di set insonorizzati per riprese in presa diretta e ogni altro servizio per la produzione
• I servizi di post-produzione
• Noleggio di materiale per le riprese, le luci e per i macchinisti
• Investimenti in laboratori di sviluppo e stampa

Chi sono i beneficiari del tax credit sulle infrastrutture e i costi del lavoro?
Qualsiasi compagnia che investe in infrastrutture e servizi direttamente correlati all’industria audiovisiva può chiedere un tax credit del 20% sull’acquisizione, costruzione, sviluppo o miglioramento di qualsiasi edificio industriale o struttura incluso i magazzini, e comprensivi dei relativi costi della manodopera. Un addizionale tax credit del 40% sulle spese per le attrezzature è possibile.

Qual’è l’aiuto massimo concesso?
L’aiuto massimo concesso a una piccola o media impresa copre fino al 50% dei costi totali del progetto approvato. Imprese più grandi possono ricevere una copertura pari al 40% del loro intero investimento. Ogni investimento deve creare almeno quattro nuovi lavori.

4. Il dettaglio dei capitoli di spesa previsti a Malta
Compagnie maltesi che producono e/o distribuiscono film, sceneggiati televisivi, documentari e pubblicità possono beneficiare di un’imposta sui profitti ridotta al 5% invece del 35% previsto dalla legge. Inoltre il Companies Act di Malta permette un percorso semplificato per aprire compagnie maltesi.

Chi beneficia degli incentivi?
Società maltesi o straniere sono eleggibili per lo schema di aiuti. Un’azienda maltese di nuovo insediamento godrà di una sostanziale riduzione delle tasse da pagare sui redditi prodotti. Fino al 31 dicembre 2008 queste società saranno tassabili al tasso ridotto del 5% fino al Massimo di Lm25,000 (€58,000) per assunto. Questa è attualmente la tassa sui redditi d’impresa più bassa in tutta l’UE. Infine, le imprese internazionali registrate a Malta ma operanti all’estero, godranno fino al 31 dicembre 2008 di una tassa sui redditi pari al 4.17%.

L’IVA su tutte le merci e i servizi forniti sull’isola e su tutte le importazioni tassabili è pari al 18%. Per la maggior parte di merci e servizi è riconosciuto un rimborso dell’IVA ai singoli o alle compagnie acquirenti.

Le produzioni estere che girano a Malta possono chiedere anche il rimborso per il pernottamento in hotel, i conti del ristorante, benzina, taxi, noleggio auto e ogni costo sostenuto per l’acquisto di materiali usati per la produzione del film e che non sarebbero in altro modo recuperabili.

La combinazione degli incentivi sopra elencati normalmente producono un ammontare molto basso o pari a zero di tasse da versare per un certo numero di anni.

Oliver Mallia • Direttore del Malta Film Commission

 

in questo dossier

Newsletter

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss