Thelma (2017)
Nico, 1988 (2017)
The Charmer (2017)
Muchos hijos, un mono y un castillo (2017)
The Nothing Factory (2017)
Out (2017)
Soleil battant (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Rapporto industria: Marketing

Studio di marketing - Adam’s apples

di 

Studio di marketing - Adam’s apples

- Adam’s Apples [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Anders Thomas Jensen
intervista: Mads Mikkelsen
intervista: Tivi Magnusson
scheda film
]
(lett. "Le mele di Adamo") è uno dei più grandi successi danesi del 2005. Questo film del regista /sceneggiatore prodigio Anders Thomas Jensen (33 anni), è stato scelto per rappresentare la Danimarca alla corsa alle nomination all’oscar e ha appena vinto i Roberts (oscar danesi) per il miglior film, la sceneggiatura e il premio del pubblico. Cineuropa si propone di studiare il modo col quale Nordisk Film ha fatto il marketing per l’uscita di questo film in Danimarca nell’aprile del 2005, oltre che la campagna promozionale di Nordisk Film International Sales rivolta ai distributori stranieri.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

1. Adam’s Apples - Campagna marketing di Nordisk Film Distribuzione in Danimarca

Budget delle spese di edizione (copie e pubblicità): 1,6 milioni di corone (215.000 euro)

Nordisk Film si è interessata al film molto presto, contribuendo anche al suo finanziamento con un minimo garantito, una iniziativa che le ha permesso di collaborare in contatto con il regista e M & M Productions per realizzare materiale già in fase di produzione.
Nordisk Film si è incaricata della distribuzione in sala di Adam’s Apples anche in Svezia, dove Sony Pictures ha lanciato il film (il 2 dicembre), Finlandia e Norvegia — due paesi coperti da Nordisk e Columbia Tri Star in joint venture.
La struttura verticale del leader scandinavo permette a Nordisk di ottimizzare la distribuzione dei suoi film e di fare un uso molto redditizio dei materiali di marketing oltre che delle sue campagne.
Per Adam’s Apples, l’immagine della locandina danese è stata utilizzata anche per Svezia, Norvegia e Finlandia.
Ecco, di seguito, una descrizione dettagliata della campagna di marketing fatta da Nordisk Film Distribution per l’uscita in Danimarca, il 14 aprile 2005.

adamsapples2_pos.jpg
Pubblico
Secondo Jan Lehmann, direttore delle vendite di Nordisk distribution (sale danesi), il pubblico cui è rivolto il film è maschile (senza escludere le donne) e nella fascia di età 18-35 anni.

Assi comerciali
-Attori e regista
Gli attori principali, Ulrich Thomsen, Mads Mikkelsen, Nicolas Bro e Nikolaj Lie Kaas sono molto popolari in Danimarca. Lehmann li descrive come il "rat pack" locale. Tutta la campagna marketing oltre che quella pubblicitaria si è servita dei loro nomi e dei loro volti per promuovere il film.
Anders Thomas Jensen anche lui è molto popolare in Danimarca come sceneggiatore - aveva lavorato con Susanne Bier (Open Hearts [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Brothers [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
…) – e come regista. Il suo primo film Blickering Lights, lanciato nel 2000 da UIP si è piazzato al secondo posto con circa 300.000 spettatori, ricevendo dai media la definizione di "film molto spirituale per vecchi amici". Il suo secondo film, Les bouchers verts, distribuito nel 2003 da Sandrew Metronome, ha registrato un po’ meno di spettatori (261.000), ma Adam’s Apples, uscito in aprile, ha avuto invece un gran successo conquistando 360.000 danesi.
L'humour nero di Anders Thomas Jensenil, il suo universo stilizzato e i suoi protagonisti nevrotici, hanno contribuito a fare di Jensen un "marchio" ben riconoscibile per il pubblico dai 20 ai 30 anni.

Data e strategia di lancio
Nordisk Film, sapendo che il film aveva un gran potenziale al box-office, ha deciso di distribuirlo in aprile, periodo dell’anno in cui un film può essere tenuto a lungo in sala. In più non c’erano molti concorrenti.
Per la sua uscita, il film è stato distribuito in 60 copie e sul 90% del territorio danese. Dalla sua edizione (inizio dicembre), si trovava ancora su 69 schermi.

Campagna pubblicitaria
-Trailer
Il trailer è stato fatto da Nordisk Film insieme a M&M Production, senza la partecipazione del regista.

-Locandina
adamsapples_pos.jpg
La campagna è stata concepita da Nordisk Film Distribution e dalla società di produzione senza aiuti esterni. La locandina mette in evidenza il nome degli attori e il fatto che il film, il terzo di Anders Thomas Jensen, è interpretato dagli stessi attori degli altri titoli.

-Campagna pubblicitaria
Nordisk Film si è servito di tutti i media disponibili per fare pubblcità al film: televisione, flani, giornali, settimanali e radio.

-Campagna promozionale
Le star del film e il regista hanno fatto molte interviste e sono apparsi in trasmissioni popolari dall’entrata in produzione fino all’uscita del film.

-Spettatori in Danimarca (fino a dicembre 2005):
360 000

2. Adam’s Apples - Campagna marketing internazionale

Lancio del film
Nordisk Film International Sales (NFIS) ha iniziato a occuparsi di Adam’s Apples subito dopo la sua uscita in patria. "Le commedie noir come Les bouchers verts e Adam’s Apples di Anders Thomas Jensen rendono meglio sul grande schermo con un pubblico — sono troppo graffianti per essere viste solo in dvd DVD", spiega Susan Wendt, responsabile delle vendite. NFIS aveva bisogno di un grande festival come piattaforma di lancio e Cannes sembrava il più appropriato per presentarlo ai buyer potenziali. La difficoltà per NFIS era di vendere il film benché esso non fosse stato selezionato, un’occasione che lo avrebbe messo meglio in evidenza. Il film è stato quindi lanciato sul mercato. Quali erano gli elementi commerciali che NFIS poteva utilizzare per attirare l’attenzione?

Assi commerciali
-Nome del rivenditore
Nordisk Film Sales è una società credibile e rispettata che propone una grande scelta di film principalmente scandinavi.

-Successo nazionale
Il successo di un film nel proprio paese fa parte degli elementi chiave per attirare l’attenzione dei buyer. Come sottolinea Susan Wendt: "dopo il primo weekend di programmazione, quando i buyer hanno avuto l’occasione di vedere i dati del box-office, se il film parte bene, entrano in contatto con noi per avere maggiori informazioni". Adam’s Apples, che era stato lanciato 5 settimane prima di Cannes, aveva già registrato 300.000 spettatori.

- Anders Thomas Jensen. Regista e sceneggiatore
Les bouchers verts, il film precedente di Anders Thomas Jensen ha conquistato il festival nel 2003 e è stato venduto bene all’estero. I buyer avevano quindi un’idea dello stile di Thomas Jensen, del suo sguardo e del suo humour nero. Inoltre, come sceneggiatore il suo nome è associato a molti film danesi apprezzati come Mifune, The King Is Alive e Open Hearts, oltre che Wilbur Wants to Kill Himself [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Skagerrak e Brothers.
Il regista è stato inoltre candidato agli oscar tre anni di seguito per i suoi corti ernst & The Light (1996), Wolfgang (1997) e Election Night (1998), che ha vinto la statuetta.

-Casting
Mads Mikkelsen e Paprika Steen hanno recitato in Open Hearts, mentre Ulrich Thomas ha partecipato a Brothers.

adamsapples3_pos.jpg
Vendite concluse a Cannes
Tutti i più grandi distributori hanno visto Adam’s Apples al marché. Tra gli acquirenti, ci sono l'Italia (Teodora Film), Polonia (Kino Swiat), Thailandia e Malesia (Pacific). La curva delle vendite ha ripreso a montare con la selezione al Festival di Toronto e come rappresentante danese agli Oscar.

Festival di Toronto 2005 e strategia post-festival
Adam’s Apples è stato accolto molto bene a Toronto, dove è stato presentato a una proiezione di gala e a 3-4 proiezioni pubbliche. Sono state concluse le vendite con Brasile (Broadway Filmes) e Portogallo (New Age Entertainment) e avviate trattative con Francia e Germania che sono state portate a buon fine dopo l'AFM con Europacorp per la prima (aveva distribuito Green Butchers) e Delphi Filmverleih per Germania, Austria e Svizzera.

Dopo Toronto, in autunno, il film è andato in molti piccoli festival come Amburgo, San Paolo, Reykjavik e Varsavia, dove ha vinto il premio del pubblico. Come fa notare Susan Wendt, questi festival, anche se più piccoli, sono importanti perché possono convincere i distributori locali a comprarlo. E’ il caso di Adam’s Apples in Polonia: è stato comprato da New Age Entertainment durante il Mipcom qualche giorno dopo aver vinto il premio del pubblico a Varsavia.

Dopo la selezione di Adam’s Apples come candidato danese agli oscar, NFIS ha scritto a numerosi distributori potenziali.

Materiale marketing proposto ai distributori internazionali
Come parte della struttura verticale Nordisk Film, NFIS a iniziato a lavorare con i dipartimenti distribuzione in sala e video/DVD di Nordisk Film e con M&M per la preparazione degli strumenti per il marketing.
In generale, NFIS mette a disposizione dei distributori stranieri locandine e foto usate per l’uscita nazionale, una versione inglese della sceneggiatura e materiali come il digi-beta del film (in prestito). I grandi territori si fanno prestare l’internegativo per realizzare la loro copia.
La realizzazione delle copie è molto cara in Scandinavia, più che nel resto d’Europa. Per certi film NFIS invia un internegativo in Germania, dove i costi sono minori. I distributori stranieri hanno quindi la possibilità di comprare la copia laggiù per ridurre i costi.
Quanto alla locandina, se non vogliono usare l’originale, possono farne una nuova e farsi rimborsare le spese.

Nel giorno di pubblicazione di questo articolo, Adam’s Apples stava per cominciare la propria carriera internazionale.

Newsletter

ArteKino
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss