Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione: Tango libre

email print share on facebook share on twitter share on google+

Quartetto amoroso in carcere

di 

- Frédéric Fonteyne torna a Venezia con Tango Libre, variazione su un quartetto amoroso in cui ritrova Sergi López e Jan Hamenecker, e scopre François Damiens.

Recensione: Tango libre

Un carcere, guardie fra i corridoi, l’ora d'aria per i detenuti. Alcuni giocano a scacchi, altri a carte. L'atmosfera è al contempo calma e pesante, alla mercè di ogni minima scintilla. Due uomini, aria tenebrosa, sguardo cupo, fronte aggrottata, si guardano. Si osservano, si girano intorno, si sfidano. C'è aria di rissa, di regolamento di conti. All'improvviso, si stringono e si lanciano in una danza allo stesso tempo delicata e virile, maschile e graziosa: un tango. Questa bella trovata cinematografica la si deve a Frédéric Fonteyne, il cui quarto lungometraggio, Tango Libre [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: Frédéric Fonteyne
scheda film
]
, è stao proiettato allla Mostra di Venezia 2012, nella sezione Orizzonti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il tango serve da sfogo, nei corpi e nelle teste dei personaggi. JC (François Damiens, più in parte del solito), guardia carceraria, vive chiuso nella sua piccola casa, oppresso da una carta da parati troppo carica. La sua regola di base è non contravvenire alle regole. La sua unica follia: un corso di tango, in cui il suo corpo rigido e maldestro trova un po' di libertà.

Fernand (Sergi López), dal canto suo, ama sua moglie. Tanto da esserne morbosamente geloso: non tollera il fatto che per amore del tango abbia bisogno di altre braccia che non siano le sue. Allora decide di imparare questo ballo, poco importa che sia in prigione. Anzi, ancora meglio: c'è un argentino nella cella vicina, lui saprà sicuramente ballare il tango. In mezzo a JC e Fernand, c'è Alice (Anne Paulicevich), compagna di ballo dell'uno e moglie dell'altro. Ma c'è anche Dominic (Jan Hamenecker), compagno di cella amico e amante, e il figlio del trio (Zacharie Chasseriaud). Altrettanti ostacoli sul cammino di JC, non tanto alla ricerca di amore, bensì di emozioni, di brividi…

Prodotto da Artémis, Samsa, Une liaison cinématographique e Minds Meet, Tango Libre è venduto da Films Distribution. Esce il 21 novembre in Francia e il 7 in Belgio.

photogallery

titolo originale: Tango Libre
paese: Belgio, Lussemburgo, Francia
rivenditore estero: Playtime
anno: 2012
regia: Frédéric Fonteyne
sceneggiatura: Anne Paulicevich, Philippe Blasband
cast: François Damiens, Anne Paulicevich, Sergi López, Jan Hamenecker

premi/partecipazioni principali

Biennale di Venezia 2012 Orizzonti
Premio speciale della giuria
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01