Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione: Just the Wind

email print share on facebook share on twitter share on google+

Fliegauf torna alle origini

di 

- Thriller rurale su sfondo razzista centrato su una famiglia gitana delle grandi pianure braccata da killer. Gran Premio della Giuria a Berlino e finalista del premio LUX 2012.

Recensione: Just the Wind

Il regista ungherese Benedek 'Bence' Fliegauf ha presentato il suo ultimo film, Just The Wind [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: Bence Fliegauf
scheda film
]
, finalista del Premio LUX 2012 del Parlamento Europeo, in concorso al Festival di Berlino, che prosegue per tutta la settimana.

Dopo Womb [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film in inglese in concorso a Locarno, con Eva Green e Matt Smith, Fliegauf torna in patria per un film in ungherese e ispirato a eventi realmente accaduti tra il 2008 e il 2009, quando numerose famiglie della comunità rom furono oggetto di violente aggressioni.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Per raccontare la sua storia, Fliegauf sceglie il ristretto periodo temporale di un solo giorno: all’alba, una madre (Katalin Toldi) si alza e sveglia le due figlie, l’adolescente Anna (Gyongyi Lendvai) e la sorella minore Rio (Lajos Sarkany), che non prende la scuola seriamente come al sorella. La famiglia è completata dal nonno Tomi (Gyorgy Toldi), colpito da ictus.

Durante la giornata, i tre si trovano davanti a casuali episodi di razzismo nei confronti della loro comunità — a lavoro, a scuola e per strada in un discorso fra due poliziotti. Il film dà l’idea di quanto sia radicata l’odio della gente locale verso i rom: nessuno, neanche le vittime, lo trova infatti strano.

Questo atteggiamento e le sue espressioni verbali possono creare però alcuni seri problemi fisici, e la violenza che li attende a fine giornata è già annunciata nei titoli di testa, cosa che aggiunge un senso di paura costante rafforzato da una sobria colonna sonora e da movimenti di macchina sempre vicini alle tre protagoniste. Nel suo approccio tecnico, il film ricorda molto il film che ha fatto conoscere Fliegauf, Dealer.

La Inforg-M&M Film di Budapest produce il film insieme alla tedesca The Post Republic e alla francese Paprika Films col supporto di Eurimages e del Mitteldeutsche Medienförderung. La Match Factorydi Colonia è il rivenditore internazionale.

(Tradotto dall'inglese)

photogallery

titolo internazionale: Just The Wind
titolo originale: Csak a szél
paese: Ungheria, Germania, Francia
rivenditore estero: The Match Factory
anno: 2012
regia: Benedek Fliegauf
sceneggiatura: Benedek Fliegauf
cast: Lajos Sárkány, Katalin Toldi, Gyöngyi Lendvai, György Toldi

premi/partecipazioni principali

Premio LUX del Parlamento europeo 2012 Finalista
Berlinale 2012 In concorso
Gran Premio della Giuria
Paris Cinéma 2012 
Karlovy Vary Film Festival 2012 
Rio de Janeiro International Film Festival 2012 
Kaohsiung Film Festival (Taiwan) 2012 
Thessaloniki International Film Festival 2012 
Stockholm International Film Festival 2012 
Les Arcs International Film Festival 2012 
Portland International Film Festival 2013 
Festival goEast 2013 
San Francisco International Film Festival 2013 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Unwanted_Square_Cineuropa_01