Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione: A Month in Thailand

email print share on facebook share on twitter share on google+

Un mondo d'amore e indecisione

di 

- Presentata alla Settimana della Critica della Mostra di Venezia, l'opera prima di un giovane cineasta rumeno apprezzato per i suoi cortometraggi a Cannes e a Berlino.

Recensione: A Month in Thailand

Nonostante il titolo esotico, A Month in Thailand [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: Paul Negoescu
scheda film
]
di Paul Negoescu, inserito nella 27^ Settimana Internazionale della Critica - SIC a Venezia, ha un sapore tutto rumeno e la giovane voce del regista (28 anni il 5 settembre) è fresca nel contesto delle altri produzioni locali: dimenticato il passato, e con un certo minimalismo (legato al basso costo) nell'approccio al soggetto, il risultato è piuttosto innovativo e differente.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

La storia ruota intorno a Radu (Andrei Mateiu), giovane pronto a passare la notte di Capodanno con la fidanzata Adina (Ioana Anastasia Anton) e altri amici. La ragazza è innamorata di lui, ma qualcosa blocca i sentimenti di Radu nei suoi confronti. Al supermercato, al giovane sembra di vedere una sua ex: prenderà così decisioni sorprendenti per il suo futuro.

A Month in Thailand non è una storia d'amore ma sa toccare i tasti giusti e riesce ad essere ben più di un film su 'un lui che lascia una lei'. Il film parla di rimpianti, speranze e coraggio. Di voglia di vivere e maturità. E della ossessionante sensazione di aver commesso un errore e di dover fare tutto il possibile per rimediare prima che sia troppo tardi. A Month in Thailand mostra che il dilemma di un ragazzo qualunque (non c'è niente di straordinario in Radu, la sua fidanzata o i suoi amici) e lo trasforma nel dilemma dello spettatore. Spingendolo a porsi la domanda più difficile: cosa sarebbe successo se...

La sceneggiatura, sincera e intelligente, è scritta da Negoescu con lo sceneggiatore e attore Vlad Trandafir, ed esplora le ansie di una generazione poco popolare tra i registi rumeni. Il cambiamento di tema potrebbe fare di A Month in Thailand un grande successo tra il pubblico giovane alla sua distribuzione (metà novembre).

La cosa migliore di questa produzione Hi Film è il saper presentare una nuova generazione di attori promettenti e interessanti visti di rado nel cinema rumeno. Andrei Mateiu è l'eccellente e taciturno Radu, che sembra fuori posto tra i suoi energici amici che vogliono solo festeggiare Capodanno e ubriacarsi. E solo bene si può dire di Ioana Anastasia Anton e la sua passivo-aggressiva Adina, anche se le star del cast sono Victoria Raileanu, nel ruolo di Emilia, una ragazza del gruppo di Radu che racconta la storia di una resa incondizionata all'amore, e Sinziana Nicola nel ruolo di Nadia, ex fidanzata e protagonista di uno dei momenti più potenti del film.

Un budget maggiore non avrebbe certamente nuociuto: con soli 600.000 euro di spesa, il film soffre per la mancanza di risorse, a volte ovvie nelle sequenze di folla e nei momenti di karaoke troppo lunghi (il produttore Ada Solomon ed il regista Tudor Giurgiu appaiono in divertenti cameo). A Month in Thailand è sicuramente un esordio irresistibile e ben girato, come ci si aspetterebbe da un regista che ha già visto i suoi corti selezionati ai maggiori festival mondiali, come Cannes e Berlino.

photogallery

titolo internazionale: A Month in Thailand
titolo originale: O lună în Thailanda
paese: Romania
rivenditore estero: MPM Film (Movies Partners in Motion Film)
anno: 2012
regia: Paul Negoescu
sceneggiatura: Vlad Trandafir, Paul Negoescu
cast: Andrei Mateiu, Ioana Anastasia Anton, Sinziana Nicola, Tudor Aaron Istodor, Raluca Aprodu

premi/partecipazioni principali

Biennale di Venezia 2012 SIC - Settimana Internazionale della Critica
Zurich Film Festival 2012 
Festival du Film Francophone de Namur 2012 
Thessaloniki International Film Festival 2012 
Seville European Film Festival 2012 
Film Festival Cottbus 2012 
Premiers Plans Festival d'Angers 2013 
Sofia International Film Festival 2013 
Off Plus Camera (Poland) 2013 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01