Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione

email print share on facebook share on twitter share on google+

Pazza idea: identità e fratellanza

di 

- CANNES 2014: Panos H. Koutras presenta al Certain Regard una favola realista e ricca di fascino su due fratelli di origine albanese nella Grecia di oggi

Recensione

La crisi violenta che attraversa la Grecia da diversi anni ha fatto scorrere fiumi d'inchiostro, ma ha anche visto emergere una generazione di registi radicali, creatori di opere cupe. La loro audacia spesso trasgressiva non è paragonabile tuttavia all'ampia immaginazione, più solare, del loro "fratello maggiore" Panos H. Koutras, rivelatosi nel 1999 con lo stravagante L'attacco della moussaka gigante e confermatosi con Real Life (2004) e Strella [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(Panorama della Berlinale 2009). Decisamente a suo agio nella tragicommedia e aperto a qualsiasi mix di generi, dalla fiaba all'iperrealismo, dalla focalizzazione su una relazione umana a un vasto ritratto della società, passando per momenti euforici di commedia musicale e incursioni sorprendenti nell'onirico e nel fantastico, il cineasta si concede ogni libertà in Pazza idea [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: Panos H. Koutras
scheda film
]
(Xenia), scoperto oggi al 67mo Festival di Cannes, nel programma del Certain Regard. Riuscendo a trattare argomenti seri con gradite ondate di leggerezza e di umorismo, il film emana un fascino indiscutibile sulle orme dei suoi due inarrestabili protagonisti.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Perché è di due fratelli che si parla. Dany (Kostas Nikouli), omosessuale di quasi 16 anni, capelli biondi decolorati, berretto, collare da cane e sempre con un lecca-lecca in bocca, prende una nave da Creta e raggiunge Atene per annunciare a suo fratello maggiore Ody (Nikos Gelia) che la loro madre è morta. Nati in Grecia, ma di origine albanese, i due fratelli si ritrovano con un provvedimento di espulsione. Ospitato dal virile Ody, gentile ma non troppo contento di dover badare al fratello minore ("ti avevo proibito di venire", "non mi far fare brutta figura", "se vuoi restare ad Atene, ti devi calmare"), Dany ha due idee fisse. La prima è di ritrovare il padre (detto "L'innominabile") che li ha abbandonati anni prima e che dovrebbe vivere ora a Salonicco, ricco e soprattutto naturalizzato greco. La seconda ossessione è che Ody partecipi al reality show Greek Star cantando Patty Pravo, nota cantante italiana degli anni '60-70 per la quale la madre (che era artista di music-hall) nutriva un vero culto che ha poi trasmesso ai suoi due figli. Di avventura in avventura, attraverso una Grecia incancrenita dalla violenza dei gruppuscoli di estrema destra, e con l'aiuto di Tassos, un vecchio amico di famiglia (Aggelos Papadimitrou) proprietario del locale notturno Il Paradiso, i due fratelli partono a caccia dei loro "sogni perduti"...

Oscillante tra fiaba ludica nutrita dal dinamismo dei due giovani eroi e constatazione cruda delle spinose questioni sociali che animano il dibattito politico in Grecia e in Europa (la nazionalità e il diritto di suolo/diritto di sangue, l'ascesa degli estremismi dietro l'apparente patriottismo), Xenia (parola greca che significa "ospitalità") è soprattutto un ritratto ben riuscito della fratellanza. Sulle tracce dei suoi due attori principali (non professionisti) così coinvolgenti, il film si dispiega in una bella messa in scena che sa trarre vantaggio dalle scenografie suggestive (il mare, la foresta, la città, l'hotel scalcinato, la villa trasparente), e le scorciatoie della sceneggiatura (una pistola che appare all'improvviso, ad esempio) non rovinano il piacere dello spettatore. E come il coniglio bianco, compagno di Dany e oggetto di varie metamorfosi (alcune deliranti) nel corso del racconto, è la magia poetico-realista di Panos H. Koutras ad essere qui all'opera.  

Coprodotto da Grecia, Francia e Belgio e portato a termine dopo una vera e propria odissea finanziaria in post-produzione, Pazza idea è venduto nel mondo da Pyramide.

(Tradotto dal francese)

photogallery

titolo internazionale: Xenia
titolo originale: Xenia
paese: Grecia, Francia, Belgio
rivenditore estero: Pyramide International
anno: 2014
NOTFOUND_filmregia_it: Panos H. Koutras
NOTFOUND_filmsceneggiatura_it: Panagiotis Evangelidis, Panos H. Koutras
NOTFOUND_filmattori_it: Kostas Nikouli, Nikos Gelia, Yannis Stankoglou, Marissa Triandafyllidou, Aggelos Papadimitriou, Romanna Lobats

premi/partecipazioni principali

Cannes Film Festival 2014 Un Certain Regard
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

Film Business Course

Newsletter

Gijon_Home
Emilia Romagna_site IT