Scegli la lingua en | es | fr | it

Recensione

email print share on facebook share on twitter share on google+

Una nuova amica e un segreto

di 

- Basato su una storia di Ruth Rendell, l'ultimo film del regista francese François Ozon vede la partecipazione di Anaïs Demoustier e Romain Duris

Recensione
Una nuova amica di François Ozon

Evitando ancora una volta Venezia, il regista francese François Ozon ha portato il suo ultimo film, Una nuova amica [+leggi anche:
trailer
film focus
intervista: François Ozon
scheda film
]
, direttamente a Toronto. La sua prima europea è prevista per il San Sebastian Film Festival, dove ha vinto il Golden Shell con Nella casa [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
due anni fa.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Una nuova amica è basato su un racconto di Ruth Rendell, le cui opere sono state adattate in Europa da Pedro Almodóvar, come Carne tremula. The New Girlfriend è il film più almodovariano di Ozon ad oggi, anche se più che Carne Tremula ricorda La pelle che abito [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Pedro Almodóvar
scheda film
]
, sebbene il lavoro di Ozon non sia così cupo.

Protagonista del film è Claire (Anaïs Demoustier, in Bird People [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Pascale Ferran
scheda film
]
a Cannes un paio di mesi fa), che apre il film con un discorso al funerale della migliore amica, sin dall'infanzia, Laura (Isild Le Besco), che aveva da poco avuto un figlio col marito David (Romain Duris). Un montaggio di flashback che va dall'infanzia delle ragazze alla morte di Laura è diretto con suprema eleganza e fiducia da Ozon, che offre immediatamente allo spettatore tutto ciò che deve sapere delle due amiche.

Prima della morte di Laura, Claire le ha promesso di prendersi cura di David e del bambino quando non ci sarà più. Dopo il funerale, però, ha paura a contattare David, fino a quando il marito (Raphaël Personnaz) la incoraggia a farsi vedere. La donna scopre così che l'uomo ha un segreto nascosto da tempo.

Sin dal suo primo film Sitcom, Ozon ha sempre trovato un piacere incredibile nel trattare vite e valori borghesi, e minarli e metterli in questione specificamente – nel suo ultimo film torna ai suoi vecchi trucchi. Ma come Almodóvar, Ozon è maturato nel tempo sia come filmmaker che come voce intellettuale. Se i suoi primi film erano chiaramente sprezzanti nei confronti delle vite della classe media e dei ceti elevati, e intendevano sconvolgerle nelle loro comode e indifferenti strutture, i suoi lavori recenti parlano di genere, sessualità e lutto e sono complessi e interessanti, e non privi di molte sorprese.

Sorprendente è anche il fatto che Ozon e Duris, due dei maggiori lavoratori del cinema francese, non avessero mai lavorato insieme: in Una nuova amica sembrano talmente a loro agio che sarebbe strano non lo facessero ancora in futuro. Nel ruolo meno sensazionale e verosimilmente più difficile, Demoustier è impressionante e suggerisce ancora una volta di essere una delle attrici giovani più di talento di Francia.

I produttori abituali di Ozon a Mandarin Cinema hanno realizzato la sua nuova avventura, che uscirà in Francia per Mars a novembre. 

(Tradotto dall'inglese)

photogallery

titolo internazionale: The New Girlfriend
titolo originale: Une nouvelle amie
paese: Francia
rivenditore estero: Films Distribution
anno: 2014
regia: François Ozon
sceneggiatura: François Ozon
cast: Romain Duris, Anaïs Demoustier, Raphaël Personnaz
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

Newsletter

Producers on the Move
Italian Pavilion Cannes