Scegli la lingua en | es | fr | it

Intervista: David Thion • Produttore

email print share on facebook share on twitter share on google+

"Un'originalità un po' sconcertante"

di 

- Incontro con il produttore del film e della prossima opera della regista

Intervista: David Thion • Produttore

Complice onnipresente di Pierre Salvadori e dei fratelli Larrieu, Les Films Pelléas, diretta da Philippe Martin, conta al suo attivo, tra gli altri, La France [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Serge Bozon, Mon frère se marie [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Jean-Stéphane Bron
intervista: Thierry Spicher
scheda film
]
di Jean-Stéphane Bron, Comment j'ai fêté la fin du monde [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Catalin Mitulescu, senza dimenticare i lungometraggi di Catherine Corsini, Olivier Ducastel e Jacques Martineau, Jean-Paul Civeyrac o Pierre Schoeller (leggi la news). Una linea autoriale di qualità alla quale si ascrive anche Mia Hansen-Love con Tout est pardonné [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: David Thion
intervista: Mia Hansen-Löve
scheda film
]
. Incontro con David Thion, produttore del film e della prossima opera della regista.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cineuropa: Come e perché avete prodotto Tout est pardonné, progetto sviluppato da Humbert Balsan ?
David Thion: Il film doveva essere co-prodotto dall' austriaca Gabriele Kranzelbinder (Amour Fou Filmproduktion ), e me aveva parlato dopo la morte di Humbert Balsan. Mia Hansen-Love, che non conoscevo, mi ha mandato la sua sceneggiatura. Ho visionato i suoi cortometraggi, come Après mûre réflexion che mi è piaciuto molto, e la sua personalità mi ha colpito. Nonostante la giovane età, mostrava una grande determinazione, parlava bene del suo film e dei suoi personaggi. Si sentiva una maturità nella scrittura, ma il progetto non era facilmente difendibile. C’era una originalità un po’ sconcertante nella struttura in tre parti, ma non nel tema, perché il cinema francese ha già parlato dei rincontri. Di contro, il modo di narrare era originale, con delle ellissi forti, dei momenti che restavano un po’ in ombra, alcuni quali si dedica un quarto d’ora e altri ancora che accadono in un giorno: delle scelte interessanti per il modo di gestire il tempo della storia.

Come vi siete mossi per la parte finanziaria ?
Tutto si prestava ad una co-produzione con l'Austria: il 20-25 % della storia si svolge a Vienna, l’attrice protagonista è austriaca come quasi tutti gli attori della prima parte. Ma la co-produzione è caduta nel nulla perché non abbiamo ottenuto i finanziamenti e non avevamo tempo, in rapporto alle date di riprese previste, per poter presentare nuovamente il progetto. Il film è costato alla fine 1.64 milioni di euro, e abbiamo ottenuto, in ordine cronologico, un anticipo sugli incassi dal Centre National de la Cinématographie (CNC), il sostegno della Fondation Gan, l’impegno di Pyramide nella distribuzione francese e nelle vendite internazionali, il sostegno delle regioni Ile-de-France e Limousin ed un pre-acquisto di TPS. Mettere insieme il budget è stato non meno difficile. Il progetto non passava inosservato poiché la promessa di anticipo ottenuta al primo colpo, il sostegno di Emergences e della Fondation Gan, sono tre segni importanti per la sceneggiatura di un’opera prima e provano che fa parte di progetti di qualità nel cinema d’autore. La sceneggiatura è stata quindi letta con interesse, ma, seppure non ostili, le risposte mancavano di entusiasmo: "fragile", "un po’ dimesso ", "attori misconosciuti "... Le riprese sono durate otto settimane, ma trattandosi di un film nel quale 20.000 euro facevano la differenza l’apporto di alcuni partner è stato decisivo.

photogallery

titolo internazionale: All Is Forgiven
titolo originale: Tout est pardonné
paese: Francia
rivenditore estero: Pyramide International
anno: 2007
regia: Mia Hansen-Løve
sceneggiatura: Mia Hansen-Løve
cast: Marie-Christine Friedrich, Paul Blain, Olivia Ross, Victoire Rousseau, Constance Rousseau

premi/partecipazioni principali

Cannes 2007 Quinzaine des Réalisateurs (partecipazione)
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Unwanted_Square_Cineuropa_01