Scegli la lingua en | es | fr | it

Intervista: Nicola Giuliano • Produttore

email print share on facebook share on twitter share on google+

“Produciamo film che vorremo vedere come spettatori”

di 

- Nicola Giuliano guida assieme a Francesca Cima la Indigo Film dal 1999 e la collaborazione con Paolo Sorrentino è nata nel 2001 per L’uomo in più

Intervista: Nicola    Giuliano  • Produttore

Nicola Giuliano guida assieme a Francesca Cima la Indigo Film dal 1999 e la collaborazione con Paolo Sorrentino è nata nel 2001 per L’uomo in più [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, opera prima in concorso al Festival di Venezia. Nel 2004 Indigo ha realizzato, in coproduzione con Fandango, Le conseguenze dell’amore, opera seconda di Sorrentino, in concorso al Festival di Cannes e vincitore di cinque David di Donatello. Nel 2006 il terzo film di Sorrentino, L'amico di famiglia, in concorso al festival internazionale di Cannes, e infine quest'anno Il Divo [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Nicola Giuliano
intervista: Paolo Sorrentino
intervista: Philippe Desandre
scheda film
]
, Premio della Giuria a Cannes, mentre La ragazza del lago [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, opera prima di Andrea Molaioli, vince 10 David Di Donatello.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il Divo, venduto in tutti paesi del Vecchio Continente, arriva nelle sale francesi. Quali sono gli elementi del film di Paolo Sorrentino più affascinanti per il pubblico europeo?
Nicola Giuliano: Un ragazzo di 18 anni ha ben poca memoria di cosa è stata la storia politica italiana degli ultimi anni, Giulio Andreotti è una figura popolare ma si fatica a collocarlo in un contesto politico attuale. Il pubblico dunque non cerca una intenzione documentaristica nel film ma scopre la metafora del potere e il cinema stesso di Paolo, che è poi la forza che ci ha fatto vincere la scommessa a Cannes e al box office. Quello di Sorrentino è un grandissimo talento registico e di scrittura.

Caos Calmo [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Antonello Grimaldi
intervista: Domenico Procacci
scheda film
]
è appena uscito in Francia, Gomorra [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Domenico Procacci
intervista: Jean Labadie
intervista: Matteo Garrone
scheda film
]
miete successi ovunque, un piccolo film come Pranzo di Ferragosto [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
ottiene premi e consensi. È indubbiamente un anno eccezionale per l'Italia. Quali sono gli elementi vincenti che permettono oggi una maggiore circolazione del cinema italiano in Europa e nel mondo?

Fino a qualche anni fa c'era una grossa limitazione della circolazione, perché il mercato è strangolato dalle modalità di distribuzione che impongono pochi titoli in molte copie, in moltissime sale. Nel momento in cui si registra più scarsa potenzialità di distribuzione di un “prodotto altro”, non nazionale, vediamo invece che gli italiani cominciano a circolare. Significa semplicemente che il livello della qualità si è innalzato, e lo dimostrano anche i film di Vincenzo Marra, Emanuele Crialese, Saverio Costanzo. Fare 150 film all'anno ha dato la possibilità a produttori e autori di sbagliare e crescere, arrivare al terzo e quarto film e finalmente al successo. Ma se si tagliano le risorse nel momento in cui la qualità cresce, ci saranno meno film, un terreno culturale più ristretto e debole e meno possibilità di arrivare ad una vera maturità. I grandi momenti come questo si costruiscono negli anni, sono frutto di una semina precedente. E se si continua a tagliare tra qualche anno rischiamo di non essere più il fenomeno che rappresentiamo oggi sul mercato internazionale.

Indigo come sceglie i progetti? Qual è la vostra filosofia?
Lasciamo agli spettatori decidere sulla qualità di un film. Noi non abbiamo nessuna tradizione familiare di produttori, siamo dei cinefili e desideriamo produrre quei film che vorremmo vedere al cinema come spettatori. Nessuna preclusione sui generi. Certamente i nostri sono film che fanno dei percorsi precisi, passano soprattutto attraverso i festival, ma certo non mi dispiacerebbe un giorno guadagnare 30 milioni di euro con un titolo prodotto da Indigo!

photogallery

titolo originale: Il Divo
paese: Italia, Francia
rivenditore estero: Beta Cinema
anno: 2008
regia: Paolo Sorrentino
sceneggiatura: Paolo Sorrentino
cast: Toni Servillo, Anna Bonaiuto, Piera Degli Esposti, Paolo Graziosi, Giulio Bosetti

premi/partecipazioni principali

Cannes 2008 In Concorso
Premio della Giuria
European Film Awards 2008 Miglior Attore (Toni Servillo)
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs report

Newsletter

Unwanted_Square_Cineuropa_01