Scegli la lingua en | es | fr | it

Intervista: David Lambert • Regista

email print share on facebook share on twitter share on google+

“Soprattutto un film sull'amore”

di 

Intervista: David Lambert • Regista

Nato nelle Ardenne belghe, David Lambert si è laureato in lingue e letterature romanze. Successivamente lavora nel teatro, come drammaturgo, poi passa piano piano alla regia. All'alba dei suoi trent'anni, diventa sceneggiatore e lavora due anni a una trasmissione per bambini, poi collabora alla scrittura di sceneggiature per lungometraggi, tra cui La Régate di Bernard Bellefroid (2009). Hors les murs [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: David Lambert
scheda film
]
è il suo primo lungometraggio. È selezionato alla Settimana della Critica del 65mo festival di Cannes.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cineuropa: Quali sono i registi che le hanno fatto venire voglia di fare cinema?
David Lambert: Ciò che mi ha fondamentalmente invogliato a fare cinema — e so che questo potrà sembrare strano — sono i film horror degli anni '70: Halloween, L’esorcista, Non aprite quella porta, i primi Cronenberg e anche Wes Craven... Amo molto pure Fassbinder, tutta la sua opera, compresa quella teatrale. Poi sono un fan scatenato di Les Parapluies de Cherbourg. Vi si possono trovare alcune influenze nel mio film.

Come ha scelto i due attori principali?
La mia grande preoccupazione, in fase di casting, era di far funzionare una coppia. Non potevo provinare Paulo senza Ilir, né Ilir senza Paulo. Ho cercato di trovare negli attori una base emotiva che sarebbe servita per il personaggio di finzione. Ho lavorato su temperamenti opposti che mi hanno permesso di trovare i punti complementari e di capire in cosa l'uno fosse indispensabile all'altro.

Ha tagliato molto materiale al montaggio?
Durante le riprese, ho avuto una grande libertà con gli attori e la mia squadra. Una volta fatte la scene previste dalla sceneggiatura, ci siamo permessi di fare delle escursioni, di tentare alcune cose. E' lì che nasce la vera creazione, nei momenti più liberi... Alla fine, avevo due ore e mezza di scene… Il montaggio, con la mia collaboratrice Hélène Girard, è stato una vera e propria riscrittura dove sono state fatte delle scelte vere.

Che cosa ha imparato dalla lavorazione di Hors les murs che potrà esserle utile nel seguito della sua carriera?
Non ho davvero l'impressione di aver avviato una carriera… Sento giusto, qui ed ora, la necessità di dire un qualcosa. Ho la fortuna di essere circondato da produttori, attori e tecnici che hanno lo stesso desiderio e rendono un film possibile. Che cosa ho imparato? Talmente tante cose che è difficile indicarne una… Forse ho imparato a fidarmi ancora di più del mio intuito e meno della parte razionale del mio cervello.

Paulo e Ilir non rimandano un'immagine edonista o patinata dell'omosessualità. Considera il suo film più realista rispetto a ciò che solitamente veicola il cinema gay?
Non so che cosa sia il cinema gay. Dal mio punto di vista, non esiste. Quanto all'omosessualità presente nel film, è quello che è. Non ho la vocazione a dare un'immagine di una sessualità rispetto a un'altra. Hors les murs è soprattutto un film sull'amore. In questo caso l'amore è tra due uomini, così come Romeo e Giulietta è un'opera sull'amore che nasce tra un uomo e una donna.

Malgrado la selezione alla Settimana della Critica, pensa che i distributori rimarranno freddi all'idea di un film centrato su due personaggi omosessuali?
Spetta ai distributori rispondere a questa domanda, non a me. Penso che ci sia un timore generale non appena si tenta di uscir fuori, anche poco, dal seminato. Ma penso anche che alcuni distributori facciano delle vere scelte di cinema. Inoltre, i miei personaggi non sono propriamente omosessuali. Si amano in un determinato momento della loro vita. Chi ve lo dice che un giorno non ameranno una donna?

photogallery

titolo internazionale: Beyond the Walls
titolo originale: Hors les murs
paese: Canada, Belgio, Francia
rivenditore estero: Films Boutique
anno: 2011
regia: David Lambert
sceneggiatura: David Lambert
cast: Guillaume Gouix, Matila Malliarakis, Mélissa Désormeaux-Poulin, David Salles

premi/partecipazioni principali

Festival de Cannes 2012 Semaine de la Critique
Karlovy Vary International Film Festival 2012 
Paris Cinéma 2012 
Athens Film Festival 2012 
Hamburg Film Festival 2012 
Festival du Film Francophone de Namur 2012 
Paris Gay and Lesbian Film Festival 2012 
Warsaw Film Festival 2012 
Seville European Film Festival 2012 
Taipei Golden Horse Film Festival 2012 
Stockholm International Film Festival 2012 
Palm Springs International Film Festival 2013 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

ArteKino

Newsletter

Unwanted_Square_Cineuropa_01