Scegli la lingua en | es | fr | it

Intervista: Cesc Gay • Regista

email print share on facebook share on twitter share on google+

Truman sarebbe stato diverso se fosse stato interpretato da donne”

di 

- SAN SEBASTIAN 2015: Cineuropa intervista Cesc Gay, che concorre alla Concha de Oro con il suo nuovo film, Truman Concha d'Argento del miglior attore per Ricardo Darín e Javier Cámara

Intervista: Cesc Gay  • Regista

Cesc Gay arriva alla nostra intervista stanco, ma contento. Nella terrazza dell’Hotel María Cristina, con un sole tenue e un po’ di freddo, gli abbiamo chiesto come sono nate le sue idee, per la sua “creatura” Truman - Un vero amico è per sempre [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
film focus
intervista: Cesc Gay
scheda film
]
, film in concorso al 63° Festival di San Sebastian – che visti gli applausi ricevuti alla sua proiezione ufficiale al Kursaal, è stato molto ben accolto – e per le sue “muse” Ricardo Darín e Javier Cámara.

Cineuropa: Come nasce l’idea di raccontare una storia dal finale e costruire il film partendo da lì?
Cesc Gay
: Il film non è una lotta contro di esso, ma è piuttosto l’accettazione, ciò che viene dopo. Molti film sono costruiti più sulla lotta, quello che succede: il personaggio va dal medico e alla fine si salva. Iniziamo questo script in modo più serio; per questo Tomás (Cámara) prende quell’aereo, perché Julián (Darín) ha deciso che non tornerà. Stava per gettare la spugna e...

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Il fatto di situare Tomás in Canada ha l’obiettivo di aggiungere una componente drammatica più forte?
E’ così, volevo sottolineare la distanza emotiva che c’è fra entrambi, perché il fatto che qualcuno attraversi il pianeta per vedere una persona ha un significato importante. Gli dà un movimento, qualcosa sta succedendo. Volevo parlare di una distanza fisica, ma anche emotiva. Se avesse abitato più vicino, la sensazione dello spettatore è che si sarebbero potuti vedere, invece così è tutto più intenso. E allo stesso modo, quando se ne va, sai che non si rivedranno più.

Una delle cose più difficili quando si affronta il tema della morte è non cadere nel “sensazionalismo”, nel “sentimentalismo”, e lei ci è riuscito.
Sentivo che doveva esserci un equilibrio tra le scene. Alcune, con il bambino, altre, come la scena di sesso, liberatoria per Julian, e poi le sequenze più buie. Il film doveva avere tutti gli ingredienti, dovevamo saperli dosare con giudizio. Cerco sempre di scrivere sentendomi molto vicino alla realtà e alla verità. Non ho mai scritto sulla base di codici cinematografici, anche se mi è costato più di una delusione al momento di cercare i finanziamenti. Non scriviamo sceneggiature basandoci sulle formule della narrativa americana, che lo spettatore conosce perfettamente. Lì è tutto molto prevedibile, e io cerco di starne lontano. Truman - Un vero amico è per sempre sarebbe stato molto diverso se fosse stato interpretato da donne, sarebbe stato più espressivo, più condiviso, più lacrimevole. Non so se sarei stato in grado di scriverlo, perché avevo chiaro in mente che si trattava di una storia di uomini. Volevo scrivere una storia al maschile attraverso il contenimento, il pudore.  

Javier Cámara ha ricordato in conferenza stampa il bell’ambiente che si è creato sul set. E’ stato difficile girare un film in cui la morte è tanto presente?
Non c’entra niente, una cosa è come sono le persone e come interagiscono per creare un ambiente di lavoro; un’altra cosa è che stiano girando Pirati dei Caraibi o qualsiasi altra cosa. Ognuno si confronta con quello che deve fare, che sia il fotografo, l'addetto luci o l’attore. E quest'ultimo ha gli strumenti per andare da un luogo all'altro. Per questo è tanto difficile fare cinema. Con Javier Cámara ho fatto un gran lavoro di contenimento, ma ogni volta che chiudevamo la scena, si liberava e raccontava barzellette.

Come ha scelto gli attori? Li aveva in mente già dall’inizio?
Ho pensato subito a loro (Cámara e Darín) e ho avuto una gran fortuna che abbiano accettato subito. Sono due grandissimi attori.

(Tradotto dallo spagnolo)

photogallery

titolo internazionale: Truman
titolo originale: Truman
paese: Spagna, Argentina
rivenditore estero: Filmax International
anno: 2015
regia: Cesc Gay
sceneggiatura: Tomàs Aragay, Cesc Gay
cast: Ricardo Darín, Javier Cámara, Dolores Fonzi, Eduard Fernández, Àlex Brendemühl

premi/partecipazioni principali

San Sebastián International Film Festival 2015 In Concorso
Zurich Film Festival 2015 
Les Arcs International Film Festival 2015 
cinando

Follow us on

facebook twitter rss

Newsletter

Seneca's Day Lithuania
Home Sweet Home