Corpo e anima (2017)
The Square (2017)
Loving Vincent (2016)
The Nothing Factory (2017)
Soleil battant (2017)
Beauty and the Dogs (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

email print share on facebook share on twitter share on google+

Hynek Dedecius • Direttore Artistico, CinEast

di 

- Cineuropa parla con Hynek Dedecius, direttore artistico del CinEast, e scopre ciò che ha da offrire l'edizione di quest'anno

Hynek Dedecius  • Direttore Artistico, CinEast

Dal 9 al 26 ottobre, Lussemburgo e le città confinanti ospiteranno la settima edizione del CinEast Film Festival, dedicato al cinema dell’Europa Centrale e Orientale. Il festival si concentrerà principalmente su film provenienti da paesi post-comunisti. Cineuropa ha intervistato il suo direttore artistico, Hynek Dedecius.

Cineuropa: Che cosa offrirà la settima edizione di CinEast?

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Hynek Dedecius: Una selezione ricca e variegata di film provenienti da 18 paesi post-comunisti dell'Europa Centrale e Orientale, tra cui lungometraggi di finzione, documentari, animazioni, cortometraggi e film per bambini. Cerchiamo di presentare le produzioni più recenti e interessanti per fornire una panoramica concisa e rappresentativa della produzione cinematografica attuale di questi paesi, i cui film arrivano raramente nelle sale cinematografiche locali. La squadra CinEast comprende cittadini della maggior parte dei paesi rappresentati che conoscono perfettamente la produzione cinematografica dei loro paesi e ciò rappresenta una delle nostre risorse più importanti. Siamo per questo sicuri di attirare molti spettatori. Oltre alle nuove produzioni, ogni anno riproponiamo qualche vecchia perla del cinema classico.

CinEast ha lo scopo di promuovere il cinema meno conosciuto e i talenti "nascosti" della regione. Gran parte del programma è dedicata ai giovani registi, spesso alla loro opera prima. La nostra missione consiste anche nell'aiutare questi registi di talento a ottenere maggiore visibilità sulla scena internazionale e a dare loro nuove possibilità. Circa 25 ospiti parteciperanno alle discussioni post-proiezione, che ovviamente costituiscono una grande opportunità per gli spettatori, ma si spera che sia un'esperienza fruttuosa anche per gli ospiti stessi. 

Su quali aspetti si è concentrato quando ha allestito il programma di quest'anno?

Sono passati venticinque anni dalla caduta dei regimi totalitari nella nostra regione e naturalmente abbiamo sentito il bisogno di riflettere non solo sul cammino che questi paesi hanno percorso a partire da quel momento, ma anche sulla loro situazione attuale. Il ciclo tematico del 2014, "So Far So Close", presenta una riflessione sul processo di avvicinamento e sulle differenze che ancora esistono tra "Oriente" e “Occidente”, e comprende inoltre una dozzina di film legati a questo tema, che sarà esplorato anche nella mostra fotografica, la più grande della storia del festival, con oltre 220 fotografie di 16 artisti, intitolata appunto "So Far So Close". La tematica sarà affrontata anche nel corso di una serata speciale dal titolo "25 Years After", che culminerà in un dibattito.

Il CinEast 2014 ha anche altri punti di forza. Per la prima volta, l'Ucraina parteciperà al festival presentando diversi film. L'ospite speciale (e presidente della giuria di CinEast) sarà Sergei Loznitsa e la band ucraina Zapaska terrà un concerto. L'approfondimento "Discover the Balkans" fornirà poi uno sguardo più da vicino alla produzione cinematografica, alla cultura, alle questioni sociali e alla gastronomia dei paesi della ex-Jugoslavia non ancora membri della UE. Oltre a questo, si porrà l'accento sul lavoro del direttore della fotografia moldavo Oleg Mutu e dell'attore polacco Dawid Ogrodnik. Infine, abbiamo prestato particolare attenzione ai film per i giovani e i bambini.

Ci saranno eventi di settore per i professionisti del cinema?

A nostro avviso, i progetti di co-produzione hanno un gran potenziale ed è per questo che il nostro festival comprende anche il forum di co-produzione CinEast Pro, una piattaforma per il networking e la cooperazione tra i produttori provenienti da paesi dell’Europa Centrale e Orientale e dal Lussemburgo. Quest'anno, CinEast Pro si concentrerà in particolare (ma non esclusivamente) sulle possibilità di co-produzione nel campo dell'animazione, prendendo come "caso di studio" il nuovo lungometraggio The Golden Horse (co-prodotto da Lettonia, Lussemburgo, Lituania e Danimarca)  

Per ulteriori informazioni su CinEast, visita http://www.cineast.lu/2014/

(Tradotto dall'inglese)

Newsletter

ArteKino
Les Arcs call
Unwanted_Square_Cineuropa_01

Follow us on

facebook twitter rss