American Honey (2016)
Il più grande sogno (2016)
King of the Belgians (2016)
The Ornithologist (2016)
La mia vita di zucchina (2016)
Toni Erdmann (2016)
La ragazza senza nome (2016)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

"L’HFM continuerà a fornire una rete affidabile per la comunità dei professionisti del cinema"

email print share on facebook share on twitter share on google+

Vanja Kaludjercic • Direttrice, Holland Film Meeting

di 

- Abbiamo parlato con Vanja Kaludjercic della prima edizione dell’Holland Film Meeting da quando è diventata direttrice dell’evento

Vanja Kaludjercic  • Direttrice, Holland Film Meeting

In quattro giorni, l’Holland Film Meeting di Utrecht ha messo insieme circa 250 industrie rappresentative di tutto il mondo. La selezione dei progetti, la nuova iniziativa BoostNL (leggi la  notizia) e la sessione Work-in-Progress session (leggi la notizia) hanno ricevuto tutti dei feedback molto positivi. Vanja Kaludjercic, direttrice dell’HFM, ci parla della prima edizione dopo esserne diventata dirrettrice.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)Cine Iberoamericano Int

Cineuropa: Qual è stato il suo approccio all’Holland Film Meeting?
Vanja Kaludjercic: L’Holland Film Meeting è la spina dorsale del Netherlands Film Festival e mira a stimolare le attività di co-produzione ad alto livello tra le principali società di finanziamento, produzione, vendita e distribuzione olandesi, europee e del resto del mondo. Quest’edizione dell’HFM ha incluso una serie di eventi: il Project Preparation Day, gli incontri individuali e le sessioni di pitching, conferenze, think tank sulle propspettive future dei mercati di co-produzione, e la Be dramatic conference che ha avuto come oggetto le serie TV europee. Quest’anno abbiamo presentato due nuovi programmi, il BoostNL e il Talents en Route, nei quali abbiamo riservato grande importanza alle nuove generazioni di cineasti olandesi.

Che impatto ha avuto il BoostNL?
Abbiamo lanciato questa iniziativa, in collaborazione con l’International Film Festival Rotterdam, immaginandola come un programma con esperti semplice e continuativo, che fornisce a produttori e registi consulenza e supporto a ogni stadio: dallo sviluppo della sceneggiatura, al confezionamento finanziario, dal marketing a tutto quello che riguarda il posizionamento strategico del prodotto. La squadra degli esperti conta, tra gli altri, Razvan Radulescu e Lucile Hadzihalilovic come consulenti per la sceneggiatura; specialisti di marketing come Mathias Nochis e Alvaro Vegas; Jean-Baptiste Babin, Sara Nagel, Isabell Wiegand e Paul Miller per le strategie finanziarie; Hayet Benkara per i festival e Job ter Burg per il montaggio. Al momentio stiamo raccogliendo opinioni sui progetti BoostNL e stiamo preparando delle sessioni mirate, per i prossimi mesi.  

Dove sono stati presentati i progetti, inizialmente?
BoostNL è stato lanciato all’HFM e nella sua selezione c’erano alcuni dei progetti di CineMart 2016. Altri erano stati supportati da Hubert Bals Fund e non erano stati ancora presentati sul mercato, poi ci sono progetti nuovi olandesi che sono stati messi in mostra a Utrecht per la prima volta. Il prossimo passo per il programma BoostNL (dopo le sessioni di follow-up) sarà il CineMart.

Qual è la differenza principale tra BoostNL e altre iniziative di co-produzione?
In confronto ad altri mercati di co-produzione, BoostNL dà l’opportunità a produttori e registi di ottenere un’analisi approfondita su vari aspetti del loro prodotto, di ricalibrare le loro strategie, di ripensare il posizionamento del progetto e di implementare le capacità produttive. Gli esperti ricevono le sceneggiature, i piani finanziari e altri materiali prima degli incontri, in modo che possono preparare una sessione di due ore con i rappresentanti di ogni progetto. La forza di BoostNL sta nel suo approccio proattivo nei confronti dei progetti e delle loro specifiche necessità. Oltre alle consulenze con gli esperti, i progetti possono anche partecipare a incontri individuali di 25 minuti con potenziali produttori, agenti di vendita, distributori e finanziatori. Aver messo in contatto  progetti, produttori ed esperti e la dinamica della programmazione di Utrecht, stando alle opinioni raccolte, sono stati utili e produttivi per i progertti.

BoostNL è organizzato in collaborazione con CineMart?
Sì, BoostNL è organizzato dalla Holland Film Meeting, dal CineMart di Rotterdam e dall’Hubert Bals Fund. Tutti loro seguono da vicino i progetti e noi monitoreremo i progressi di ognuno. All’HFM, i produttori hanno l’opportunità di scambiare opinioni con il team dell’HFM/BoostNL e organizzare ulteriori sessioni con gli esperti. Alcune sessioni sulle sceneggiature sono state così interessanti che sono proseguite il giorno successivo.

Consiglia alcuni concept e/o partnership in particolare per la distribuzione?
Organizziamo una tavola rotonda sulla commercializzazione dei film d’autore (leggi la notizia), con particolare attenzione ai finanziamenti e alla distribuzione, e ai cambiamenti che abbiamo affrontato negli ultimi dieci anni, oltre che ai possibili futuri sviluppi e collaborazioni con i nuovi media. Stiamo attraversando ancora un periodo di transizione e (aggiungerei) di incertezza, e la forma e la direzione dei finanziamenti e delle distribuzioni futuri devono tener conto dei rapidi cambiamenti che avvengono nel mercato e nelle consuetudini del pubblico. In ogni caso, l’HFM continuerà a fornire una rete affidabile per la comunità dei professionisti del cinema e un approdo sicuro per le nuove generazioni di cineasti. 

(Tradotto dall'inglese)

Newsletter

Home Sweet Home

Follow us on

facebook twitter rss

Les Arcs