Le Fidèle (2017)
Silent Night (2017)
Tierra firme (2017)
Jupiter's Moon (2017)
Meda or the Not So Bright Side of Things (2017)
Euthanizer (2017)
Western (2017)

"Ci sono molti modi per imprigionare chi si ama - come fare un film, ad esempio"

email print share on facebook share on twitter share on google+

Stergios Paschos • Regista

di 

- Abbiamo chiacchierato con il regista greco Stergios Paschos del suo ultimo film, Afterlov, che è stato in lizza per il Golden Alexander nel Festival di Salonicco

Stergios Paschos  • Regista

Afterlov [+leggi anche:
recensione
trailer
film focus
intervista: Stergios Paschos
scheda film
]
di Stergios Paschos, storia di un uomo alla ricerca disperata di risposte sulla sua sfortunata storia d'amore al punto da rinchiudere l'ex fidanzata in una villa di cui è custode, può non sembrare leggero, ma in realtà lo è. Commedia romantica sovversiva su ciò che accade quando un'attrazione inevitabile si frappone tra persone che si respingono e scappano, Afterlov ha avuto la sua anteprima mondiale durante una proiezione di grande successo a Locarno, ed è ora in lizza per il Golden Alexander nella Competizione Internazionale del Thessaloniki International Film Festival.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cineuropa: La sua opera prima ha cavalcato l'onda del suo cortometraggio di grande successo del 2013 Elvis is Dead, che non è una scelta molto comune. Quali sono stati i temi che ha sentito tanto urgenti da rivisitare?
Stergios Paschos: Grazie per averlo chiesto, perché sembra che ci sia un equivoco a riguardo: voglio dire che i due film sono connessi, ma non secondo la tempistica suggerita. La storia di Afterlov è venuta prima, e poi Elvis is Dead è stato una sorta di prova per il materiale: i personaggi, lo stile del dialogo e la chimica tra gli attori. La prova si è dimostrata di successo, così ho poi continuato a scrivere Afterlov.

Il film è stato girato nella villa dell'acclamato regista Nikos Nikolaidis, vero monumento al cinema, essendo stata utilizzata in film greci iconici degli anni '80. Ci si aspetterebbe che una tale location influenzi qualunque film girato lì, imponendo la sua determinante presenza; è stato così per lei?
Si potrebbe dire che la casa si è infiltrata nel film, o meglio ancora, che l'ha abbracciato. Ho ricordi meravigliosi in quella casa e mi hanno commosso per tutta la durata delle riprese. Inoltre, Simeone Nikolaidis (figlio di Nikos Nikolaidis) e la sua famiglia, che ci hanno ospitato in quel periodo, ci ha fatto sentire i benvenuti, e ci è stato di grande aiuto negli imprevisti che la nostra piccola produzione ha dovuto affrontare. 

Quando un regista realizza una tragicommedia romantica come opera prima, gli spettatori presumono che la storia abbia elementi autobiografici, ma il suo stile narrativo fa pensare che Afterlov sia più che altro una dichiarazione, una sorta di visione personale ed esistenziale dell'amore, piuttosto che una specifica storia d'amore personale. Una delle due riguarda il suo rapporto con la storia?
Credo che quando si gira un film, si è costantemente consapevoli (o lo si dovrebbe essere) del proprio rapporto con il cinema e del modo in cui lo si approccia, e ciò si avverte nel film. In questo modo, ritengo che quando si vive una storia d'amore o una forte amicizia, si proietta su di esse la propria idea di storia d'amore o forte amicizia. Quindi, naturalmente, molte tematiche di Afterlov sono autobiografiche, e una di esse è la mia visione dell'amore e dei rapporti in generale. Ma se mi sta chiedendo se io abbia mai chiuso una ragazza in una casa, al fine di ottenere una risposta, allora no, non l'ho mai fatto. Ma ripeto, qui sta la magia del cinema: ci sono molti modi per imprigionare chi si ama - come fare un film, ad esempio.

Il film ha sfondato e ha riscosso un successo fenomenale nel circuito dei festival internazionali; sarà un peso sulle sue spalle quando girerà il prossimo progetto, o sta aspettando il verdetto del pubblico greco quando il film uscirà nelle sale locali?
Ho iniziato a preparare il mio prossimo lavoro prima ancora di aver finito la post-produzione di Afterlov, e credo che imbarcarsi nella realizzazione di un film che chiederà alle persone di dedicare 90 minuti della loro vita ad esplorare il punto di vista di una persona, sia una responsabilità enorme di per sé. Pertanto, non credo ci sia alcun peso da aggiungere oltre alla questione se alla gente è piaciuto o piacerà il film. L'unica cosa che può essere aggiunta è ancora più gioia grazie al mio essere in grado di comunicare con più persone, e un certo effetto leva in termini di produzione per la prossima volta... spero.

Cosa può dirci in merito al soggetto del suo prossimo lavoro?
Sto ultimando la sceneggiatura mentre parliamo. Si tratta di un thriller erotico con molti elementi di humor nero, incentrato su un singolare triangolo amoroso, e si chiamerà Selini (Moon). Probabilmente.

(Tradotto dall'inglese)

Leggi anche

Newsletter

Gijón
Bosphorus
Roma_Lazio_FC

Follow us on

facebook twitter rss