Quello che so di lei (2017)
Bigfoot Junior (2017)
The Party (2017)
Western (2017)
Que Dios nos perdone (2016)
L'altro volto della speranza (2017)
Out (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

"Non amo presentare eroi"

email print share on facebook share on twitter share on google+

Aku Louhimies • Regista

di 

- Il regista finlandese Aku Louhimies ci parla della sua imminente versione cinematografica del classico della letteratura di Väinö Linna The Unknown Soldier

Aku Louhimies  • Regista

"La storia di The Unknown Soldier è universale - è una rappresentazione avvincente di come la tragedia ci cambi tutti," dice il regista finlandese Aku Louhimies introducendo il suo nuovo film epico di guerra, attualmente in fase di produzione in Finlandia. "Cercherò di riportare fedelmente i pensieri del libro, e di descrivere la vita e le esperienze della gente comune in tempo di guerra." 

Dopo otto film finlandesi, tra cui il premiato 8-Ball [+leggi anche:
trailer
intervista: Aku Louhimies
festival scope
scheda film
]
(2013) e Naked Harbour [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2012), Louhimies ha recentemente diretto il progetto irlandese Rebellion (2016), una serie TV in cinque parti della RTÉ sulla nascita della moderna Irlanda.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Le prove sono andate bene," ha detto il regista, prima di iniziare la produzione di The Unknown Soldier (vedi news). Tradotto in 23 lingue, con la prima versione non censurata pubblicata nel 2000 (sotto il titolo di A War Novel), il classico della letteratura finlandese del 1954 di Väinö Linna è ambientato durante la Guerra di Continuazione tra la Finlandia e l'Unione Sovietica (1941-1944), e descrive le esperienze di un plotone di comuni soldati finlandesi.

Il regista finlandese Edvin Laine fu il primo a girare The Unknown Soldier nel 1955, e 30 anni dopo, Rauni Mollberg fece un altro adattamento a colori, per lo più girato con una macchina da presa a mano e con un cast di attori sconosciuti, selezionato nella sezione Un Certain Regard a Cannes.

Con Samuel Vauramo, Joonas Sartamo, Jussi Vatanen, Aku Hirviniemi, Jarkko Lahti, Matti Ristinen ed Eero Aho, la versione da €7 milioni del 2017 è stata sceneggiata da Louhimies con Jari Olavi Rantala, ed è prodotta per la nuova società di Louhimies, Suomi 2017, da Mikko Tenhunen e dal proprietario stesso. 

Girato nelle regioni finlandesi di Valkeala (dove ha sede la Brigata Carelia), Kotka-Hamina, Helsinki e Carelia del Nord, e sostenuto dal canale finlandese YLE e dalla Finnish Film Foundation, The Unknown Soldier sarà presentato in anteprima mondiale il 27 ottobre 2017 tramite SF Film Finland, nell'ambito delle celebrazioni per il centenario dell'indipendenza della Finlandia. Le vendite internazionali di The Unknown Soldier sono gestite da Beta Films, con sede a Monaco.

Cineuropa: Perché mette in scena la stessa storia per la terza volta?
Aku Louhimies: Prima di tutto, The Unknown Soldier è la migliore fonte di materiale possibile - è una delle più importanti carte d'identità della Finlandia. Tutti i finlandesi conoscono i suoi personaggi, le loro battute - è come il nostro Amleto. Fa parte del nostro background culturale, è inciso nella nostra identità nazionale, e tutti sono affamati di notizie in merito. Quando il nuovo film è stato annunciato, più di 14.000 finlandesi hanno voluto fare le comparse gratuitamente. Il primo film è stato realizzato subito dopo la guerra, gli attori avevano combattuto nel conflitto, e l'atmosfera era completamente diversa. Credo che l'idea originale di Linna fosse quella di mostrare gli eventi in modo che risultassero come un avvertimento. Per restare fedele a quest'idea, non amo presentare eroi. 

C'è qualcosa che voleva sottolineare?
È una di quelle storie che ogni generazione dovrebbe raccontarsi - ci sono così tanti approcci diversi al riguardo, e sono sicuro che il mio film non sarà l'ultimo adattamento. Per me, parla di ragazzi che vanno in guerra e tornano, e di come le loro vite ne siano colpite - di come le situazioni estreme cambino la natura umana. La mia interpretazione è probabilmente più realistica rispetto alle precedenti. Ho voluto illustrare le esperienze di guerra nel modo più realistico e umano possibile - per mostrare ciò per cui i soldati stavano combattendo, e ciò che si erano lasciati dietro. Non è stato eroico - la Finlandia ha perso la guerra. Ma spero che il contesto storico dia al pubblico un'idea di crisi di potere mondiale odierna, e di come ci si senta a lasciare la propria casa o a mandare il proprio figlio in guerra.

Dev'essere una grande produzione da gestire.
È la più grande produzione finlandese mai intrapresa, in esecuzione da tre anni. Tutti gli attori sono stati ben preparati - hanno ricevuto un addestramento militare approfondito, trasportato attrezzature militari attraverso terreni accidentati, e dormito in tenda nei boschi. Le Forze di Difesa finlandesi sono state molto utili, offrendo location per le scene di battaglia, in modo che la nostra artiglieria potesse distruggere belle foreste senza doverci sentire in colpa. Abbiamo appena girato la scena più grande a Sveaborg, al di fuori di Helsinki, con 250 membri del cast e comparse che partecipano ad una parata militare.

(Tradotto dall'inglese)

Newsletter

DPC
WBImages Locarno
Swiss Locarno

Follow us on

facebook twitter rss