Indivisibili (2016)
120 battements par minute (2017)
Western (2017)
Verónica (2017)
Scary Mother (2017)
The Nile Hilton Incident (2017)
The Square (2017)
precedente
seguente
Scegli la lingua en | es | fr | it

“Comincia tutto col talento; comincia tutto a livello locale”

email print share on facebook share on twitter share on google+

Steve Matthews • Produttore esecutivo HBO Europe

di 

- In vista del Visegrad Film Forum 2017, Cineuropa ha parlato con il produttore esecutivo di HBO Europe Steve Matthews sull'età d'oro della televisione in Europa

Steve Matthews  • Produttore esecutivo HBO Europe

Il produttore esecutivo di HBO Europe Steve Matthews parlerà al prossimo Visegrad Film Forum della recente ondata di miniserie di alto livello in Europa centrale e orientale. Matthews ha lavorato come consulente di produzione nella serie televisiva di finzione storica I Borgia, co-creato e prodotto Urban Gothic in the UK  per Channel 5, curato la sceneggiatura della serie drammatica della BBC Silent Witness, ha recentemente supervisionato la serie polacca Blinded by the Lights, la serie ungherese Aranyelet e la miniserie ceca Wasteland. Nel 2016, è diventato il tutor ospite di MIDPOINT TV Launch (leggi le news). Cineuropa lo ha incontrato per discutere dell'età d'oro della televisione in Europa e dei progetti di HBO in Europa centrale e orientale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Cineuropa: Lei è stato recentemente promosso alla posizione di vice-presidente per l'Europa centrale, del Nord e per la Spagna. Ha già dei piani in atto per queste regioni?
Steve Matthews:
Sì, stiamo facendo progressi! Lo sviluppo dell’area settentrionale è in corso da sei mesi, e abbiamo una serie di progetti in lista di cui siamo entusiasti. Abbiamo appena cominciato in Spagna, ma abbiamo già alcune idee molto promettenti che stiamo mettendo in atto. E’ un contrasto molto interessante. Naturalmente, la Spagna è un produttore di grande esperienza della televisione di alta qualità, e, naturalmente, il talento nordico ha assorbito tutta la fiducia del Nordic Noir, che ha avuto un successo incredibile sia a livello nazionale che internazionale. Questi mercati sono altamente maturi, quindi è un altro paio di maniche rispetto agli sviluppi dell'Europa centrale.

Le produzioni locali originali hanno finito per essere dei successi oltre i confini nazionali, guadagnando lodi e riconoscimenti. Quali elementi vengono considerati prima della produzione di tali serie nel contesto nazionale?
Comincia tutto col talento; comincia tutto a livello locale. Siamo sempre alla ricerca di voci locali con una storia da raccontare e qualcosa da dire. Questo è il vero obiettivo del mio lavoro a HBO Europe: trovare e sostenere i talenti locali e aiutarli a dare forma alle loro storie. Quello che abbiamo trovato nei territori dell'Europa centrale è stato una mancanza di esperienza nella scrittura di sceneggiature ambiziose. Ma c'è una gran ricchezza di talento naturale. Il mio lavoro è un po' quello di supportare il fronte dei contenuti, sempre mantenendo quella voce cruda, distintiva. Wasteland (leggi le news) è un ottimo esempio di questo. Štepán Hulík è un giovane scrittore di grande talento, e in questo progetto ha avuto una visione chiara di ciò che voleva dire del suo Paese. Ma è anche un storia di crimine che utilizza un linguaggio universale di indizi e sospetti. Ho molta esperienza nel crime drama - se ho aiutato nel ​​progetto, è stato nel sostenerlo con la costruzione del mistero, ma quanto ai personaggi, all'atmosfera e al tema, è tutta farina del suo sacco. Quindi sì, i nostri progetti sono sempre sviluppati per il mercato locale e crescono sempre da talenti locali. Sì, ovviamente è un bene per noi se le serie finite viaggiano in altri territori o vincono premi a livello internazionale, ma non imponiamo nulla con il solo scopo di inseguire il successo internazionale - anzi, prima di tutto, crediamo fermamente che più una produzione è locale, più è interessante per le persone al di fuori del territorio.

Quali cambiamenti nel panorama dell'industria audiovisiva dell’Europa centrale ci sono dietro l'aumento di queste miniserie di qualità internazionale? E’ anche questo parte della cosiddetta era della “peak TV”, l’età d'oro della televisione?
E’ assolutamente parte della cosiddetta età d'oro della televisione. Penso che ci siano un sacco di motivi per quello che sta succedendo nei nostri territori. Dobbiamo ringraziare i paesi scandinavi per questo - lo straordinario successo di The Killing e le altre serie di Nordic Noir ha dimostrato che la “TV sottotitolata” ha un mercato, e la proliferazione delle piattaforme ha creato uno spazio per esso. C’è domanda per la grande TV. Le troupe in Europa centrale sono buone come quelle delle altre parti del mondo grazie alla vibrante industria di film e ai molti anni di servizio in produzioni internazionali, senza contare tecnologie come la fotocamera Alexa, che ha incoraggiato produzioni di altissima qualità ad un costo accessibile. Io non capisco molto di finanza, ma è esaltante vedere come i numeri ci permettono di offrire agli abbonati produzioni locali ambiziose, di alta qualità oltre ai successi internazionali come Il trono di spade e Westworld.

HBO Europe ha annunciato la sua espansione nella regione “Adria” (Croazia, Serbia, Bosnia-Erzegovina, Slovenia, Macedonia e Montenegro). Che tipo di materiale per produzioni originali sta cercando HBO Europe in quelle zone, e sarà diverso dal tipo di materiale di Repubblica Ceca, Romania e Polonia, per esempio?
Siamo molto entusiasti di lavorare nella regione Adria. Applichiamo le stesse filosofie. Non sappiamo esattamente ciò che stiamo cercando, ma non abbiamo alcun preconcetto - per esempio, non andiamo lì dicendo che vogliamo un poliziesco o qualcosa di specifico. Ancora una volta, si parte dal locale; si comincia dal  talento. Siamo in procinto di annunciare il vincitore del nostro concorso First Draft script nella zona, e siamo stati travolti dalle risposte e dal livello di qualità. Questo concorso è stato progettato per avvicinarci al talento di scrittura; stiamo cercando voci locali in erba, distintive, che incoraggeremo e sosterremo per raccontare le storie che vogliono raccontare.

(Tradotto dall'inglese)

Newsletter

Midpoint TV/Feature
DPC
Sarajevo Report

Follow us on

facebook twitter rss