email print share on facebook share on twitter share on google+

Industria - Italia

Country Focus: Italia

Rapporto Ente Spettacolo: saldo negativo. Ma per i produttori il trend è ascendente

di 

Il cinema italiano è ai livelli di criticità, secondo il Rapporto 2009 "Il mercato e l'industria del cinema in Italia", seconda edizione, realizzato dalla Fondazione Ente dello spettacolo in collaborazione con Cinecittà Luce e con il sostegno del MiBAC e presentato a Roma presso l'Università Luiss. In calo, secondo il curatore Redento Mori, i film italiani prodotti e le risorse impegnate, maggiore il numero delle imprese cinematografiche cancellatesi dall'anagrafe rispetto alle nuove.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Non è d'accordo il presidente dei Produttori dell'Anica Riccardo Tozzi, che con la sua Cattleya ha ottenuto un notevole successo a Cannes con La nostra vita [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
scheda film
]
. "Il trend è ascendente, in termini quantitativi e qualitativi. La quota di mercato dei film italiani è passata in un decennio dal 12% al 30%". Il rapporto infatti non registra le novità legate all'introduzione della normativa sulle agevolazioni fiscali. Con i tagli al FUS (Fondo Unico per lo Spettacolo) ormai solo il 12% del finanziamento al cinema italiano è pubblico. "Grazie al tax credit mi aspetto l'ingresso di grandi player nelle produzioni".

Il direttore generale Cinema del MIBAC, Nicola Borrelli, conferma che il contributo pubblico avrà un incremento solo grazie alle agevolazioni fiscali, che stanno ottenendo un successo enorme, annunciando che entro giugno saranno rese note le prime delibere del 2010 sui film che si avvalgono del sostegno pubblico.

Luciano Sovena, a.d. di Cinecittà Luce, sottolinea il cambiamento: "oggi i film finanziati e dichiarati di interesse culturale sono opere importanti, che hanno grande visibilità ai festival internazionali".

Per Dario Viganò, presidente della Fondazione Ente dello spettacolo, con la diminuzione del sostegno statale sempre più rilevante è il ruolo assunto dalle Film Commission regionali.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.