email print share on facebook share on twitter share on google+

Finanziamenti – Belgio

Country Focus: Belgio

Wallimage/Bruxellimage, capitolo terzo

di 

La terza sessione della linea d'investimento Wallimage/Bruxellimage si è tenuta a fine febbraio. Finanziata in parti uguali dalle regioni vallone e brussellese, questa linea di investimento permette di completare il finanziamento di produzioni che si impegnino ad effettuare spese importanti, almeno 100.000€, in ciascuna delle regioni citate. Come la maggior parte degli aiuti regionali, questo sistema ha permesso in passato di sviluppare in modo considerevole l'industria audiovisiva vallone, e dovrebbe oggi fruttare anche al settore brussellese.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Questa terza sessione s'inscrive nella linea delle precedenti. Da una parte, un sostegno confermato alle coproduzioni francofone di prestigio; dall'altro, una mano anche a produzioni locali più confidenziali. Così, Wallimage/Bruxellimage contribuirà al finanziamento del secondo capitolo di Largo Winch, che riunirà rispettivamente davanti e dietro la macchina da presa Tomer Sisley e Jérôme Salle. Il duo volerà in Thailandia, Cina, Germania e Svizzera per le riprese, e farà scalo in Belgio. Alla produzione, ritroviamo la PanEuropéenne e Climax Films. Di altro registro, Samuel Benchétrit dirigerà José Garcia e Anna Mouglalis in Chez Gino, un omaggio agli attori italiani degli anni '60, le cui riprese cominceranno presto a Bruxelles, prima di spostarsi in Francia.

Wallimage/Bruxellimage sosterrà anche Montana, secondo film di Stephan Streker (Michael Blanco), lungometraggio belga prodotto da MG Productions sul fronte francofono, e Minds Meet su quello neerlandofono, così come Hot, Hot, Hot della giovane regista lussemburghese Beryl Koltz, una coproduzione tra Samsa Films per il Lussemburgo e Artemis Productions per il Belgio.

Da notare che alla 37ma sessione della linea "storica" Wallimage (che riguarda quindi solo la Vallonia) che si è tenuta a inizio febbraio, il comitato ha deciso di sostenere due opere molto diverse fra loro: Rien à déclarer di Dany Boon, che si è scelto come partner di lusso Benoît Poelvoorde, e Bye Bye Blondie, ritorno dietro l'obiettivo di Virginie Despentes dieci anni dopo Baise-Moi. Despentes, che ancora una volta adatta uno dei suoi romanzi, alimenterà fantasie offrendo a Emmanuelle Béart e Béatrice Dalle il ruolo di due donne trascinate in una passione devastante. Il film sarà coprodotto da FraKas per il Belgio.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.