email print share on facebook share on twitter share on google+

Finanziamenti – Norvegia

Country Focus: Norvegia

Cresce il budget statale per il cinema

di 

Il Ministro della Cultura norvegese Trond Giske ha annunciato ad inizio settimana che il budget cinematografico per il 2010 sarà di 625 milioni di corone norvegesi (75.3 milioni di euro), 50 milioni di corone (6 milioni di euro) in più rispetto al 2009.

Più della metà del totale — 368 milioni di corone (44.3 milioni di euro) — sarà destinato alla produzione di audiovisivi. L’aumento del finanziamento pubblico, il più alto di sempre, sarà destinato anche ai centri cinematografici regionali, che riceveranno un budget totale di 42.3 milioni di corone (5 milioni di euro) per il 2010, 5 milioni di corone (602.000 euro) in più rispetto al 2009. E ancora, 3 milioni di corone (361.000 euro) saranno investiti in videogiochi.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Se la Svezia combatte contro i nuovi limiti imposti al supporto statale, la Norvegia ha fatto del cinema il cuore della sua politica culturale degli ultimi anni, con l’obiettivo di diventare leader cinematografico della regione.

Nel 2005, Giske e i suoi consiglieri avevano iniziato una riflessione basata sul copiare il modello danese, con il suo successo internazionale e l’alto share di mercato domestico. Da allora, il Governo norvegese ha trovato i mezzi per raggiungere lo scopo e investito circa 200 milioni di corone (24 milioni di euro) nell’industria cinematografica locale.

I quattro obiettivi principali del Governo, inseriti nel Documento sul Cinema del 2006, sono stati raggiunti progressivamente. Lo share di mercato dei film norvegesi sul mercato locale è del 25% (23% nel 2008), con il riconoscimento internazionale ai festival mondiali, una maggiore diversità nel cinema e l’accesso alla cultura cinematografica in tutto il Paese.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.