email print share on facebook share on twitter share on google+

Festival - Grecia

Country Focus: Grecia

Yiannis Smaragdis nuovo Direttore del Thessaloniki FF

di 

- Il regista di God Loves Caviar occupa il posto lasciato vuoto dal sindaco di Salonicco Yiannis Boutaris, che sta preparando la nuova campagna elettorale

Yiannis Smaragdis nuovo Direttore del Thessaloniki FF
Yiannis Smaragdis

A poche ore dall’inizio del Thessaloniki Documentary Festival, il Thessaloniki Film Festival ha trovato il suo nuovo direttore nell’ex Vice Presidente del GC Yiannis Smaragdis. Il seggio del presidente, che supervisiona sia il Documentary che l’International Film Festival, è vacante dal dicembre scorso, quando il sindaco di Salonicco Yiannis Boutaris aveva lasciato la posizione per dedicasi alla nuova campagna elettorale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Anche se il seggio del presidente è stato considerato nel decennio scorso poco più che ornamentale, la stampa locale è andata in escandescenza per la decisione del Ministero della Cultura di nominare Smaragdis, incantatore dei botteghini domestici, Presidente del festival. Noto per la sua efficienza nelle pubbliche relazioni, Smaragdis è stato irrevocabilmente definito un cacciatore di poltrone quando ha composto e successivamente recitato una breve poesia di ringraziamento al Primo Ministro Antonis Samaras nel corso di una cerimonia di premiazione.

L’ex Presidente del Greek Film Center Yorgos Papalios aveva rivelato (leggi le news) di aver ricevuto pressioni per velocizzare la pratica di richiesta di fondi di Smaragdis per il suo God Loves Caviar poco dopo l’espressione di gratitudine del regista nei confronti del Primo Ministro. La risposta del regista ai commenti al vetriolo sulla sua poesia era stata che “Antonis Samaras è la persona giusta nel posto giusto al momento giusto”.

Stessi sentimenti per Smaragdis anche da parte del Ministro della Cultura Panos Panagiotopoulos, che lo ha posizionato sulla poltrona più importante della principale organizzazione cinematografica del paese dopo che il regista non era riuscito ad assicurarsi quella del GFC e della Fondazione del Teatro Nazionale.

Non sarà però una strada facile per il regista, soprannominato dalla stampa “Il biografo nazionale della Grecia”: il direttore del Thessaloniki Film Festival dovrà affrontare problemi finanziari, con la fine del programma di finanziamenti europei dopo questa edizione e l’impossibilità del Ministero di rispondere all’enorme mole di denaro richiesta dal festival.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.