email print share on facebook share on twitter share on google+

Esercenti – Paesi Bassi

Country Focus: Paesi Bassi

Conversione al digitale, obiettivo 2012

di 

Conversione al digitale, obiettivo 2012

Varie organizzazioni dell’industria cinematografica olandese si sono unite per coordinare e velocizzare la conversione della distribuzione e dei processi di proiezione dall’analogico al digitale.

Il nuovo Ente, annunciato a luglio, è stato chiamato CinemaDigitaal.nl, ed è stato creato da NVB (organizzazione olandese di esercenti), NVF (organizzazione olandese di distributori cinematografici) e EYE Film Institute, ente cinematografico nazionale.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il paese ha molti cinema, e moltissime sale d’essai in tutte le province. Per sostenere la conversione dall’analogico al digitale nella distribuzione e nella proiezione, CinemaDigitaal.nl coordinerà il processo in tutto il paese, e sarà responsabile anche dell’acquisto delle attrezzature necessarie.

L’approccio nazionale è un caso unico in tutta Europa, dove esercenti e distributori sono spesso gravati da problemi di coordinamento e tante domande, come ad esempio chi dovrà pagare la conversione, della quale beneficiano tutte le parti.

Nel caso dei Paesi Bassi, il budget totale per la conversione è di circa 39 milioni di euro, 6 dei quali dello Stato olandese. Il resto uscirà dalle tasche delle compagnie membre delle organizzazioni che hanno costituito CinemaDigitaal.nl.

“Sale minori, cinema d’essai e indipendenti e piccoli distributori di film d’autore europei hanno rischiato di restare esclusi dalle grandi innovazioni digitali”, ha spiegato in un comunicato stampa EYE Film Institute, “mentre questa innovazione è proprio quella che offre grandi opportunità per la crescita e la varietà della distribuzione e dell’esercizio”.

La distribuzione digitale e le opportunità di proiezione dovrebbero rendere più facile e rapido per tutte le sale olandesi proiettare eventi extra-cinematografici come opera, teatro e sport, capitalizzare film girati in 3D e avere un accesso semplice e rapido a titoli vecchi e sperimentali degli archivi che hanno avviato la conversione al digitale dei loro titoli.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.