email print share on facebook share on twitter share on google+

Box Office – Portogallo

Country Focus: Portogallo

Pubblico in aumento nella prima metà del 2010

di 

Pubblico in aumento nella prima metà del 2010

Buoni riscontri ai botteghini portoghesi nella prima metà del 2010: gli spettatori totali sono stati infatti 7.800.309 per un incasso di oltre 38 milioni di euro. I dati presentano un aumento del 14.7% rispetto allo stesso periodo del 2009, secondo l’Instituto do Cinema e do Audiovisual (ICA). Si tratta di una buona notizia soprattutto per le produzioni statunitensi, mentre le produzioni locali continuano la loro lotta per il pubblico.

La combinazione di crisi economica e Coppa del Mondo (a giugno) non ha tenuto il pubblico lontano dalle sale: gli spettatori sono stati affascinati da titoli in 3D come Avatar e Alice in Wonderland, che hanno incassato rispettivamente 4.511.688 e 2.847.296 di euro. La Top10 è dominata dai film americani, con due co-produzioni britannico-statunitensi in quinta (Robin Hood [+leggi anche:
trailer
making of
scheda film
]
) e settima posizione (Sherlock Holmes [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nella Top10 domestica, il regista António-Pedro Vasconcelos e l’attrice Soraia Chaves hanno ripetuto con A Bela e o Paparazzo il successo della precedente collaborazione Call Girl [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
(2007), maggiore hit locale dell’anno ad oggi. La commedia su una star televisiva (Chaves) che si innamora di un paparazzo (Marco D'Almeida) ha venduto circa 100.000 biglietti e incassato 434.953 euro.

Il secondo titolo locale più visto è stato l’agrodolce debutto di Telmo Martins Um Funeral à Chuva, che segue le vite di un gruppo di amici che si incontrano al funerale di un vecchio compagno di classe. Prodotto senza il sostegno del centro cinematografico nazionale, ma con una grossa eco sulla stampa locale, Um Funeral ha incassato 42.320 euro.

Sia A Bela e o Paparazo che Um Funeral sono stati distribuiti da Zon Lusomundo Audiovisuais.

I documentari Pare, Escute e Olhe di Jorge Pelicano (distribuzione: CLMC Multimédia), Fantasia Lusitana di João Canijo (Midas Filmes) e Ruínas di Manuel Mozos (O Som e a Fúria) sono terzo, quarto e quinto nella Top10 domestica. I tre film insieme non raggiungono però 50.000 euro.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.