email print share on facebook share on twitter share on google+

Rapporto industria: Tendenze di mercato

Audience In The Mind: uno studio per capire il nuovo pubblico europeo

di 

- Pubblicato l'ultimo rapporto commissionato da CineRegio sulla rivoluzione digitale, che mette in luce la stretta relazione tra pubblico e contenuto

Audience In The Mind: uno studio per capire il nuovo pubblico europeo

Dal 2008, CineRegio — la rete europea che raggruppa 43 fondi di finanziamento di film — ha pubblicato una serie di studi dedicati alla rivoluzione digitale. Intitolato Audience In The Mind, il quinto e ultimo rapporto, in ordine di tempo, si focalizza sulla stretta relazione tra il contenuto e il suo pubblico. L'autore è Michael Gubbins, ex redattore capo di Screen International, oggi analista e consulente nel campo dei media con la sua societàSampoMedia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

In questo rapporto di 125 pagine, Michael dimostra che nella nostra società digitale, ogni progetto che punti a una redditività finanziaria, un impatto culturale o a entrambi gli obiettivi, è costretto a tenere conto di tre tipi di aspettative da parte del consumatore: la nozione di esperienza, di accesso e di proprietà.

Attraverso l’analisi di concept, di proposte di strutturazione di nuove audience e soprattutto di numerosi studi di progetti concreti e innovativi, Michael Gubbins offre un documento che costituisce un ottimo punto di partenza per tutti i professionisti che desiderino approfondire o semplicemente cominciare a conoscere i comportamenti digitali. Lo studio è molto referenziato e contiene numerose note che rimandano ad altre opere che permetteranno a ciascuno di proseguire la propria riflessione su un punto o sull'altro.

Secondo Charlotte Appelgren, Segretaria Generale di CineRegio, questo rapporto ha il potere e l'ambizione di alterare il modo di pensare e di agire dell'industria del film al momento di creare e distribuire opere sempre più orientate verso l’audience. Più che mai, l'industria europea deve rivedere la sua strategia adattando la sua mentalità e integrando le nuove competenze acquisite per raggiungere un pubblico in continuo cambiamento. E' tempo di mettere in moto l'innovazione che permetterà all'industria di allinearsi con i nuovi schemi comportamentali delle audience.

Alla fine, la lettura di Audience In The Mind dovrebbe portare a una conclusione univoca ed evidente per ogni professionista produttore, distributore o promotore di contenuto audiovisivo: quella di dotarsi urgentemente di una strategia digitale orientata verso il pubblico di oggi, ben definita in questo rapporto disponibile gratuitamente sul sito di CineRegio.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.