email print share on facebook share on twitter share on google+

Didar Domehri • Responsabile delle vendite internazionali

"Provocare un passaparola"

di 

- La responsabile delle vendite internazionali per la Films Distribution ritorna sulle strategie di vendita messe in campo per Va, vis et deviens

Didar Domehri • Responsabile delle vendite internazionali

La responsabile delle vendite internazionali per la Films Distribution fa il punto sulle aquisizioni nel mondo del film di Radu Mihaileanu e ritorna sulle strategie di vendita messe in campo.

Cineuropa: Come avete lavorato su questo film cosí originale?
Didar Domehri: Abbiamo cominciato distribuendo la sceneggiatura l'anno scorso a Cannes, poi mostrando delle anteprime a Toronto. La sceneggiatura è piaciuta enormemente ed il film ha ottenuto una buona accoglienza quando è stato mostrato per la prima volta a Berlino. Radu Mihaileanu aveva fatto parlare molto si sé con Train de vie, quindi è stato facile pubblicizzare il nuovo film, cosa molto più complicata quando il regista è sconosciuto. Abbiamo realizzato delle prevendite sulla seneggiatura in Canada, Australia, Nuova Zelanda e Spagna (Golem Distribución); altri hanno adorato la sceneggiatura, ma aspettavano di vedere anche le immagini. C'é stata quindi una continua progressione: le vendite sulla sceneggiatura, poi qualche vendita sugli estratti promozionali, ed infine la conferma quando il film è stato proiettato.
Non è un film scontato poiché non ha un cast internazionale: Yaël Abecassis è molto conosciuto in Israele ma poco all'estero, grazie a Kadosh di Amos Gitaï, e la stessa cosa vale per Roschdy Zem sul piano internazionale. E soprattutto, il protagonista è un giovane ragazzo di colore, per un soggetto particolare come quello degli ebrei Falashas in Israele. Un soggetto originale ma anche un po' rischioso per attirare la gente nelle sale. Lavorare su questo film in anticipo e per lungo tempo a fatto sí che il giorno delle proiezioni le sale fossero piene e che ci fosse una certa attesa. A Berlino c'era una gran quantità di film in competizione ufficiale, e poiché Va, vis et deviens non lo era, é stato il film d'apertura della sezione Panorama. Ovviamente i compratori dovevano prima vedere tutti i film in competizione, ma poiché avevamo già fatto una buona pubblicità, i compratori importanti sapevano che si trattava di un film da non perdere.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Che risultati ha raggiunto per il momento Va, vis et deviens in termini di vendite internazionali?
Abbiamo venduto il film in circa 25 territori, tra cui la Gran Bretagna e l'Irlanda con Content, la Germania (Telepool con Delphi per la distribuzione nelle sale) la Scandinavia ed i finlandesi di F.I.P. Future Film. È stato inoltre acquistato dalla Svizzera, dall'Ungheria (Budapest Film), dalla Romania (Independent), dall'Austria, dalla Turchia (Bir Film) e dall’Italia (Medusa Film). Prooptiki ha comprato i diritti per la Grecia, Cipro, la Bulgaria e l'ex Yugoslavia. Per quanto riguarda l'America del sud, Art Film ha comprato i diritti per il Brasile e TC Video Distribution Company per l'Argentina, l'Uruguay, il Paraguay ed il Cile. Ciné&TV&Video ha acquistato il film per il Messico e l'America centrale, mentre per gli Stati Uniti le negoziazioni sono ancora in corso.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche