email print share on facebook share on twitter share on google+

Domenico Procacci • Produttore

Un grande cast grazie a Nanni

di 

- Una produzione attenta al dettaglio, quella di Fandango, che ha affidato anche i più piccoli ruoli ad attori di valore

Domenico Procacci • Produttore

Una produzione preziosa, attenta al dettaglio, quella di Caos Calmo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Antonello Grimaldi
intervista: Domenico Procacci
scheda film
]
, che ha affidato anche i più piccoli ruoli ad attori di valore. La Fandango di Domenico Procacci ha guidato la catena produttiva in collaborazione con Rai Cinema, Portobello Pictures (società creata da Procacci con Eric Abrahamson in Inghilterra) e Phoenix Film Investment e la prevendita alla francese Bac Films.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Il film aveva un budget medio-alto", spiega Procacci. "E' costato poco più di cinque milioni di euro per 9 settimane di riprese. Il coinvolgimento di attori francesi del calibro di Charles Berling, Hippolyte Girardot e Denis Podalydès è stato possibile perché avevamo alle spalle un bellissimo romanzo e una sceneggiatura solida. E certamente avere Nanni Moretti in un film aiuta a coinvolgere altri attori di livello internazionale, a fare in modo che si fidino del progetto".

E poi c'è la breve apparizione di Roman Polanski. Due registi che si confrontano davanti alla macchina da presa. "Per quel ruolo pensavamo fin dall'inizio ad una personalità forte e in particolare a un regista di fama internazionale. Avevamo una rosa di nomi che poi ha portato a Polanski, grazie anche a Valentina Conti che mi ha aiutato a convincere il regista ad apparire nel film. Il gioco era chiaro. C'è la soggezione del protagonista nei confronti di quell'uomo così potente, così come sul set Nanni doveva sentirsi in soggezione nei confronti di un collega così blasonato. Ci siamo divertiti a vedere cosa succedeva in una situazione simile. Polanski è stato un giorno sul set e ad un certo momento c'erano tre registi che contemporaneamente davano suggerimenti sulle inquadrature".

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.

Leggi anche