email print share on facebook share on twitter share on google+

FESTIVAL Polonia

Un'ondata di documentari polacchi in Svizzera

di 

Il festival Visions du Réel di Nyon (dal 7 al 13 aprile) ha selezionato quest'anno tre titoli polacchi, tra cui Phnom Phen Lulluby di Pawel Kloc, che sarà presentato in prima mondiale nell'ambito della competizione internazionale dei lungometraggi.

Il film è centrato su Ilhan Schickman, che ha lasciato Israele per Phnom Penh, dove tenta di sopravvivere con Saran (la sua compagna cambogiana) e i due figli facendo le carte ai passanti. Pawel Kloc filma l'intimità conflittuale di questa strana coppia e riattualizza la figura dell'"ebreo errante" tracciando il ritratto di un uomo complesso, teso tra realismo e innocenza, il cui desiderio d'amore sincero si scontra con una società incancrenita dalla prostituzione di massa. Phnom Phen Lulluby sarà anche presentato al festival Hot Docs di Toronto, al Doc/Fest di Sheffield e al Festival di Cracovia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Tra i 19 titoli della sezione Etat d’Esprit figura il lungometraggio Koniec Rosji (The End of Russia) di Michal Marczak, che segue Alexei, 19 anni, mandato in servizio militare in una piccola base nel nord della Russia. Lontano da tutto, in un universo ostile e a temperature polari, impara, a contatto con altri cinque soldati già lì da qualche tempo, la disciplina e la routine imposte dalla sua strana missione: sorvegliare una frontiera invisibile.

Infine, il programma del festival svizzero include il cortometraggio Slowly di Tomasz Wolski, che sarà presentato in prima internazionale e narra di una piccola fattoria al sud della Polonia, in una regione montagnosa, in cui la tranquilla vita quotidiana contrasta con il caos della strada a scorrimento veloce che costeggia la proprietà.

La Polonia sarà ben rappresentata anche al Doc Outlook-International Market (DOCM) che accompagna il festival Visions du Réel. Oltre ai titoli già citati, il mercato proporrà, fra gli altri, Scrap Oddyssey del duo Pawel Ferdek - Lukasz Gutt, Out of Reach di Jakub Stożek, Beats of Freedom di Wojciech Slota e Leszek Gnoiński, A Piece of Summer di Marta Minorowicz, Let's Run Away From Her di Marcin Koszałka (vincitore a Nyon nel 2003 e nel 2008) e Inventory di Pawel Loziński.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.