email print share on facebook share on twitter share on google+

ISTITUZIONI Svizzera

Crescono le coproduzioni tra Lussemburgo e Svizzera

di 

Il 15 maggio a Cannes il Consigliere federale Didier Burkhalter e il ministro della Comunicazione e dei media François Biltgen hanno firmato un accordo di coproduzione tra la Svizzera e il Lussemburgo. Un testo particolarmente prezioso per i professionisti elvetici, perché stabilisce che la partecipazione finanziaria delle società del Lussemburgo potrà essere investita al 100% sul territorio svizzero, secondo il tipo di progetto coprodotto. La Confederazione si allinea così agli altri stati membri dell'Unione Europea, unici beneficiari, per il momento, di questa clausola.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Un altro motivo di soddisfazione per il settore cinematografico svizzero è il fatto che il documento modifica anche la quota richiesta per l'apporto di ogni coproduttore a un progetto. Al momento, la quota legale è quella fissata della Convenzione europea della coproduzione cinematografica, che prevede un rapporto minimo del 20 e dell'80% tra i coproduttori maggioritari e minoritari. D'ora in poi sarà del 10 e del 90%. Questa diminuzione dell'apporto minimo grazie al quale una società può far parte di una coproduzione dovrebbe permettere di aumentare significativamente la quantità di progetti tra la Svizzera e il Lussemburgo. La Confederazione elvetica ha già stipulato accordi di questo tipo con la Francia, la Germania, l'Italia, l'Austria, il Belgio e il Canada.

Molte coproduzioni documentano già i legami solidi che esistono tra la Svizzera e il Lussemburgo. La più recente, La petite chambre [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Véronique Reymond, Stépha…
scheda film
]
delle registe di Losanna Véronique Reymond e Stéphanie Chuat, ha ottenuto un successo di critica in Svizzera, aggiudicandosi due Quartz (miglior film e miglior sceneggiatura) in occasione della cerimonia che premia il cinema nazionale elvetico e che si è svolta lo scorso marzo a Lucerna.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.