email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Norvegia

Dopo 64 anni e un Oscar, il Kon-Tiki torna a navigare

di 

Dopo 64 anni e un Oscar, il Kon-Tiki torna a navigare

A 64 anni dalla partenza dal Sud America dello scienziato norvegese Thor Heyerdahl e dei suoi cinque compagni verso le isole della Polinesia, Kon-Tiki, la loro zattera, torna a navigare. Questa settimana, la danese Nordisk Film e la britannica Recorded Picture Company hanno avviato le riprese del film sul viaggio, del valore di 92 milioni di corone norvegesi (17.7 milioni di euro), in location a Lillehammer, in Norvegia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Dopo il loro blockbuster locale Max Manus [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, i registi Espen Sandberg e Joachim Rønning realizzano un progetto al quale Heyerdahl stesso aveva lavorato fino alla sua morte, nel 2002. Il suo documentario sul viaggio del 1950 è l'unico lungometraggio norvegese ad aver vinto, ad oggi, un Premio Oscar.

L'attrice norvegese Agnes Kittelsen (Happy, Happy [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) è nel cast, che include Sverre Valheim, Odd-Magnus Wiliamson, Tobias Santelmann, Anders Baasmi Christiansen, Jakob Oftebro e lo svedese Gustaf Skarsgård (che interpreta l'unico membro svedese dell'equipaggio del Kon-Tiki).

Scritto da Peter Skavlan (Il mondo di Sophie), Kon-Tiki è prodotto da Aage Aaberge per Nordisk e dal produttore britannico Jeremy Thomas, con il supporto di Norwegian Film Institute e Eurimages fra gli altri. Nordisk cura i diritti per la Scandinavia, mentre la inglese HanWay Films si occupa delle vendite internazionali.

Dopo Lillehammer, le riprese andranno avanti presso il Centro cinematografico regionale svedese Film i Väst, a Göteborg, in una grande vasca d'acqua a Malta, negli studios bulgari (per replicare le strade di New York), e si concluderanno in Thailandia. I viaggi di oggi sono però più lunghi dell'originale, durato 101 giorni: l'anteprima è fissata per settembre 2012.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.