email print share on facebook share on twitter share on google+

PREMI Italia

Nastri d'Argento: 7 nomination per Habemus papam

di 

Nastri d'Argento: 7 nomination per Habemus papam

Con sette nomination, è Habemus papam [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Nanni Moretti
intervista: Nanni Moretti
scheda film
]
di Nanni Moretti (foto) a dominare le candidature dei Nastri d'Argento 2011, il premio dei giornalisti cinematografici italiani che verrà consegnato sabato 25 giugno al Teatro Antico di Taormina. Ma tra i film entrati quest'anno a far parte delle cinquine dei finalisti, spiccano le commedie: sono infatti Benvenuti al Sud [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Luca Miniero e Nessuno mi può giudicare [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Massimiliano Bruno ad aver collezionato, a seguire, più candidature: sei ciascuno. Vengono poi La solitudine dei numeri primi [+leggi anche:
trailer
intervista: Luca Marinelli
scheda film
]
di Saverio Costanzo (cinque nomination) e, con quattro nomination, Malavoglia [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, Una vita tranquilla [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Claudio Cupellini
scheda film
]
, Vallanzasca - Gli angeli del male [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, 20 sigarette [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
e le due commedie di Paolo Genovese Immaturi [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
e La banda dei Babbi Natale [+leggi anche:
trailer
Intervista Angela Finocchiaro [IT]
Intervista Antonia Liskova [IT]
Intervista Lucia Ocone [IT]
scheda film
]
.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Nella categoria regista del miglior film, Marco Bellocchio (Sorelle mai [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
) si disputerà il premio con Saverio Costanzo (La solitudine dei numeri primi), Claudio Cupellini (Una vita tranquilla), Nanni Moretti (Habemus papam) e Pasquale Scimeca (Malavoglia). A concorrere per il Nastro del miglior regista esordiente saranno invece Aureliano Amadei (20 sigarette), Massimiliano Bruno (Nessuno mi può giudicare), Ascanio Celestini (La pecora nera [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), Edoardo Leo (18 anni dopo [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
) e Alice Rohrwacher (Corpo celeste [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Alice Rohrwacher
scheda film
]
), fresca quest'ultima del consenso ottenuto a Cannes.

La miglior attrice protagonista andrà scelta tra Paola Cortellesi, Angela Finocchiaro, Donatella Finocchiaro, Isabella Ragonese e Alba Rohrwacher; il miglior attore tra la coppia Claudio Bisio-Alessandro Siani, Raoul Bova, Kim Rossi Stuart, Toni Servillo ed Emilio Solfrizzi. Nella cinquina delle non protagoniste: Carolina Crescentini, Anna Foglietta, Marta Gastini, Valentina Lodovini e, in coppia, Anita Caprioli e la non professionista Pasqualina Scuncia (Corpo celeste). Tra gli attori non protagonisti: Giuseppe Battiston, Giorgio Colangeli, Geppy Gleijeses, Ricky Memphis, Maurizio Mattioli e Rocco Papaleo.

Nella categoria produttori, si sfidano i "giganti" Medusa e Cattleya (Benvenuti al Sud) e Pietro Valsecchi (Che bella giornata [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), ma anche Nanni Moretti e Domenico Procacci (Habemus papam), il trio Corsi-Romoli-Bonivento (20 sigarette) e Fabrizio Mosca (Una vita tranquilla - Into Paradiso [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

Nastro dell'anno è il risorgimentale Noi credevamo [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mario Martone
intervista: Mario Martone
scheda film
]
di Mario Martone (già vincitore di sette David di Donatello 2011 - leggi l’articolo), mentre il Nastro europeo è stato assegnato all'attore francese Michel Piccoli, fine interprete di Habemus papam. Candidati al miglior film europeo, infine: Another Year [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mike Leigh
scheda film
]
di Mike Leigh, Il discorso del re [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Tom Hooper
scheda film
]
di Tom Hooper, In un mondo migliore [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Susanne Bier, Potiche [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di François Ozon e Uomini di Dio [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Xavier Beauvois
scheda film
]
di Xavier Beauvois.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.