email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Islanda

Kormákur pronto a girare un film epico sui vichinghi

di 

Kormákur pronto a girare un film epico sui vichinghi

Quando, due anni fa, il regista islandese Baltasar Kormákur (foto) ha annunciato di voler realizzare un film epico sui vichinghi da 42 milioni di dollari (leggi l'articolo), sono circolate alcune voci su un possibile film a tema simile diretto dall'attore e regista australiano Mel Gibson, con Leonardo Di Caprio.

Adesso si torna a parlare di Viking — il film di Gibson non si è materializzato, e l'unità produttiva inglese, Working Title Films, sta sviluppando il progetto, che si avvia ad essere il più grande della storia islandese, da girare per circa due anni in location nel paese.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Sceneggiato insieme allo scrittore islandese Ólafur Egilsson (già collaboratore di Kormákur per il suo film hollywoodiano del 2005 A Little Trip to Heaven), "il film d'azione, di enorme portata" è tratto dalle saghe islandesi, e racconta il viaggio degli schiavi irlandesi in Islanda, portati dai Vichinghi.

In preparazione dell'avventura nordica, Kormákur sta collaborando con lo scenografo islandese Karl Júliússon (attualmente sul set di Kon-Tiki — leggi l'articolo) e la costumista irlandese Consolata Boyle (La Regina [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Andy Harries
intervista: Stephen Frears
scheda film
]
). Il film sarà co-prodotto dalla sua Blueeyes Productions.

"L'era vichinga è intrigante, sia per il carattere che per il patrimonio nazionali", ha spiegato Kormákur, che ha di recente adattato — con Egilsson — e diretto il romanzo di Halldor Laxness, Gerpla, tra Reykjavik e Norvegia.

Nel frattempo, ha completato le riprese americane di Contraband, thriller di Working Title Films-Universal Pictures con Mark Wahlberg e Kate Beckinsale (e remake del suo hit del 2008 Reykjavik-Rotterdam [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
).

Il suo nuovo dramma domestico, The Deep, che Blueeyes ha girato l'estate scorsa con la norvegese Filmhuset, è attualmente in post-produzione. La pellicola, dramma che vede protagonista Ólafur Darri Ólafsson scritta insieme a Jón Atli Jónason, segue il tentativo di un giovane pescatore di nuotare fra le acque gelide per cinque ore.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.