email print share on facebook share on twitter share on google+

BOX OFFICE Francia

82,52 milioni di entrate in cinque mesi

di 

Secondo le stime pubblicate dal Centre National du Cinéma et de l’image animée (CNC), dal I gennaio al 31 maggio 2011 le sale francesi hanno registrato 82,52 milioni di entrate, ossia un calo dell'11% rispetto allo stesso periodo del 2010. Questo risultato è la conseguenza di tre mesi molto difficili come gennaio (-24,7%), marzo (-10,6%) e aprile (-26,3%). Una netta flessione arrestata a maggio con 15,75 millioni di spettatori (-1,4%).

Al momento, febbraio è l'unico mese del 2011 a registrare un saldo positivo di entrate (+5%) rispetto all'anno precedente. Anche se la frequentazione delle sale francesi resta a un livello molto alto (196,17 millioni negli ultimi dodici mesi), l’evoluzione dei mesi a venire sarà analizzata con estrema attenzione per capire se il calo attuale è semplicemente congiunturale o un segnale di una tendenza più profonda aggravata da una cattiva programmazione delle uscite durante l'anno, di cui il lancio annunciato per lo stesso giorno, il prossimo 19 ottobre, di due titoli francesi premiati a Cannes (Polisse [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Maïwenn
scheda film
]
e The Artist [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Michel Hazanavicius
scheda film
]
) è un perfetto e discutibile esempio.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Per quanto riguarda le quote di mercato, i lungometraggi francesi rappresentano il 38,5 % delle entrate nei primi cinque mesi del 2011, contro il 48 % delle produzioni americane e il 13,5 % dei titoli di altre nazionalità.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.