email print share on facebook share on twitter share on google+

KARLOVY VARY 2013

Il grande quaderno di Janos Szász racconta gli orrori della guerra

di 

- Tratto dal romanzo dell’ungherese Agota Kristof, uno dei primi film prodotti dal nuovo National Film Fund ungherese

Il grande quaderno di Janos Szász racconta gli orrori della guerra

Tratto dal romanzo dell’ungherese Agota Kristof, Il grande quaderno [+leggi anche:
trailer
intervista: Janos Szász
festival scope
scheda film
]
di Janos Szász è un racconto efficace e potente degli orrori della guerra e di quanto sia facile perdere l’innocenza

Egyik e Masik sono due gemelli mandati a vivere con la nonna verso la fine della II Guerra Mondiale. L’obiettivo è salvarli dal terrore di quello che potrebbe accadere nelle grandi città, ma la loro vita peggiora quando si ritrovano in un piccolo villaggio. La nonna è chiamata "la strega" e li fa lavorare per il cibo mentre intorno piovono morte, violenza e distruzione. Ogni sera, scrivono su un diario quello che stanno imparando, e decidono di essere duri e forti per affrontare la realtà del mondo degli adulti. La loro innocenza però fugge via, e così la loro moralità — le cose non saranno mai più come prima.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Szász alterna tra crudo realismo e fantastico (come le illustrazioni e le animazioni negli appunti dei ragazzi sul diario) e lo scontro tra infanzia e mondo adulto è — spesso ad un livello straziante — mostrato come devastante e violento. Il film mostra così come il rito del passaggio alla vita adulta sia spesso pericoloso e corruttore quanto la guerra.

Szász ottiene performance eccezionali dai non-professionisti László e András Gyémánt nei ruoli principali, mentre Piroska Molnar è una presenza eccezionale e convincente nel ruolo della dura nonna. E se il film ha talvolta la tendenza a scivolare nel melò, Szász riesce però a mantenere le sue radici letterarie, unite a una forte emozione cinematografica.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.