email print share on facebook share on twitter share on google+

BLACK NIGHTS 2013 Concorso Tridens

Il dilemma morale di The Gambler

di 

- La prima co-produzione tra Lituania e Lettonia può sembrare moralista, ma è un dramma dai toni del thriller coinvolgente e ben eseguito

Il dilemma morale di The Gambler

L’esordio del lituano Ignas Jonynas, The Gambler [+leggi anche:
trailer
intervista: Ignas Jonynas
scheda film
]
, proposto in prima mondiale a San Sebastian e vincitore del Premio Speciale della Giuria del Concorso Internazionale del Warsaw Film Festival, è stato proiettato di recente in Concorso Tridens Baltic al Black Nights Film Festival di Tallinn.

Ambientato in una cittadina della costa lituana, The Gambler è la storia di Vincentas (Vytautas Kaniusonis, Vanishing Waves [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Kristina Buozyte
scheda film
]
), medico in un pronto soccorso e appassionato di (o dipendente dal) gioco d’azzardo. L’uomo ci è dentro fino al collo e pensa a una soluzione per trovare presto dei soldi: scommettere su quale paziente morirà prima. Inizialmente, al gioco partecipano solo i suoi colleghi, ma quando il nipote di uno di loro crea un sito web per scommettere, la popolarità è travolgente, come il denaro che arriva ai medici del paese.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Vincentas ha però da poco iniziato una rovente relazione con la collega Ieva (Oona Mekas, moglie di Jonas), anche lei in difficoltà economiche: è stata sfrattata dall’appartamento nel quale viveva perché non riesce a pagare l’affitto e ha scoperto che la malattia del figlio richiede un costosissimo intervento chirurgico. La donna, naturalmente, ha un problema col gioco creato dal fidanzato.

Girato con competenza da Janis Eglitis (Convoy) in un inventivo formato digitale e un uso molto chiaro delle luci, The Gambler beneficia della regia sicura di Jonynas e di un montaggio, inaspettatamente fluido, dell’esordiente Stasys Zak, che alternascene d’azione e conversazioni ritmate e dalla palpabile veemenza a sequenza lente e sognanti nelle parti più emozionanti del film.

Il lavoro di Kaniusonis e Mekas è fantastico: sono entrambi presenze imponenti sullo schermo, e mettono tutta la loro energia nella recitazione, credibile in tutto il film. E se Kaniusonis è la forza motrice del film, Mekas ne è la vera ancora.

Moralista o morale che sia (e questo potrebbe aprire una discussione dopo l’uscita dalla sala), The Gambler, scritto da Kristupas Sabolius e diretto da Jonynas, è realizzato con grande maestria: un dramma coinvolgente con qualcosa più che tocchi da thriller.

Co-prodotto dalla lituana Studio Uljana Kim e la lettone Locomotive Productions, The Gambler viene venduto da Wide Management.

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.