email print share on facebook share on twitter share on google+

BERLINALE 2014 Ungheria

A Land of Storms selezionato al Panorama

di 

- Prima mondiale a Berlino per il primo lungometraggio di Ádám Császi, guidato dagli ungheresi di Proton Cinema e venduto dai tedeschi di M-Appeal

A Land of Storms selezionato al Panorama

Bel debutto nel lungometraggio per Ádám Császi con A Land of Storms [+leggi anche:
trailer
intervista: Adam Csaszi
festival scope
scheda film
]
(Viharsarok) che sarà presentato in prima mondiale al Panorama della 64ma Berlinale (dal 6 al 16 febbraio 2014). Apprezzato per i suoi corti 7 Days e Weak Days (rispettivamente premio della giuria nel 2004 e miglior film nel 2008 all'Hungarian Film Week), il regista ungherese esplora nel suo primo lungo il tema della ricerca di sé che porta in territori sconosciuti. Nel cast figurano Andras Sutö, Ádám Varga, il tedesco Sebastian Urzendowsky (Pingpong [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Matthias Luthardt
intervista: Sebastian Urzendowsky
scheda film
]
, Un amore di gioventù [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Mia Hansen-Love
scheda film
]
), Enikő Börcsök, Ottó Lajos Horváth, Zita Téby e Uwe Lauer.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Scritta da Ivan Szabo, la sceneggiatura racconta le disavventure di Szabolcs (Andras Sutö), calciatore ungherese, inseparabile da Bernard (Sebastian Urzendowsky), suo compagno di squadra in Germania. Ma un match perduto spinge Szabolcs a riconsiderare la sua vita e, in cerca di maggiore semplicità, va in Ungheria, suo paese natale. La sua solitudine però non durerà a lungo. Incontra Áron (Ádám Varga) e nasce presto un'attrazione reciproca, fino a quando Szabolcs non riceve la chiamata inaspettata di Bernard che gli annuncia di essere appena arrivato in Ungheria…

Prodotto da Viktória Petrányi ed Eszter Gyárfás per Proton Cinema (la società che guida tutti i film di Kornél Mundruczó), A Land of Storms è coprodotto dalle società ungheresi I'm FILM e Café Film, e dai tedeschi di Unafilm. La direzione della fotografia è affidata a Marcell Rév. Il lungometraggio, sostenuto anche dall'Hungarian National Film Fund, è venduto nel mondo dai berlinesi di M-Appeal.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.