email print share on facebook share on twitter share on google+

MERCATO Francia

Barbarians nella line-up di Wide

di 

- La società di Parigi vende il film di Ivan Ikic, selezionato al concorso East of the West di Karlovy Vary

Barbarians nella line-up di Wide
Barbarians di Ivan Ikic

Tradizionalmente molto aperta ai film dell’Europa Orientale e dei Balcani, la società francese di vendite internazionali Wide Management, al 49° Festival di Karlovy Vary (4-12 luglio 2014) punterà su Barbarians [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ivan Ikic
scheda film
]
di Ivan Ikic, selezionato per concorrere nella sezione East of the West. Prodotto dalla società serba Sense, coprodotto da Or (Montenegro) e Restart (Slovenia), il lungometraggio è incentrato su un adolescente inquieto che sta per diventare adulto. Luka, che abita nei dintorni di Belgrado e guida un club di tifosi del calcio, viene trascinato nella tempesta delle manifestazioni in Serbia dopo la dichiarazione di indipendenza dal Kosovo nel 2008, ma scopre anche un segreto di famiglia.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

L’équipe di Wide Management, diretta da Loïc Magneron, conta anche nella sua line-up la coproduzione tra Finlandia e Croazia A Patriotic Man di Arto Halonen, il thriller lettone The Man In The Orange Jacket [+leggi anche:
recensione
intervista: Aik Karapetian
intervista: Roberts Vinovskis
scheda film
]
di Aik Karapetian, l’horror bulgaro Roseville [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Martin Makariev, il dramma polacco Field of Dogs [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Lech Majewski
scheda film
]
di Lech Majewski, il grande trionfatore 2014 dei premi annuali del cinema lituano The Gambler [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Ignas Jonynas
scheda film
]
di Ignas Jonynas e la commedia croata Cowboys [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Tomislav Mrsic.

Nel ventaglio dei titoli in prevendita si distinguono anche il dramma storico Summer Solstice di Michael Rogalski, coprodotto da Polonia e Germania, che ricostruisce la storia di quattro destini che si incrociano nel 1943, e Panama del serbo Pavle Vuckovic, che esplora una relazione amorosa distruttiva tra due adolescenti di oggi.

Da segnalare, tra gli altri, per Wide House, il dipartimento Documentari di Wide, il pluripremiato The Circle [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Stefan Haupt
festival scope
scheda film
]
dello svizzero Stefan Haupt, il titolo italiano Magicarena del duo Andrea Prandstraller - Niccolo Bruna, e Balley Boys del norvegese Kenneth Elvebakk.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.