email print share on facebook share on twitter share on google+

KARLOVY VARY 2014 East of the West

For Some Inexplicable Reason: una commedia particolare su un bamboccione

di 

- L’esordiente Gábor Reisz confeziona una riuscita commedia assai diversa dalla recente produzione ungherese

For Some Inexplicable Reason: una commedia particolare su un bamboccione

For Some Inexplicable Reason [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, film ungherese su un peculiare ‘bamboccione’ dell’esordiente Gábor Reisz, in prima mondiale a Karlovy Vary in East of the West, è un film leggero ma realizzato con mano sicura che utilizza un approccio documentaristico infondendo nel mondo del protagonista personaggi reali scelti nella cerchia degli amici del regista.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il 29enne Áron (Áron Ferenczik) ha finito la scuola di cinema ma non ha lavoro e non sembra ossessionato dal trovarlo. Vive in un appartamento pagato dai genitori, e la madre (Katalin Takács) arriva a scrivere il suo curriculum nel tentativo di spingerlo ad andare avanti. La fidanzata di Áron, Eszter (Juli Jakab), lo ha lasciato da poco, e il ragazzo passa gran parte del suo tempo a piangere la perdita e a cercarne una nuova. Nella ricerca, si innamora di una ragazza che lavora come controllore sugli autobus, Éva Ink (Kata Bach), ma è troppo goffo per fare una mossa adeguata.  

I suoi amici più vicini hanno d’altra parte lavori stabili, spesso ben pagati, e anche una famiglia propria, e cercano di aiutarlo insegnandoli almeno a rimorchiare - ma quando trova una ragazza in un bar e lei lo porta a casa e si spoglia, pronta ad una notte di sesso, Áron, romantico senza speranze, va fuori di testa e scappa.

Durante i festeggiamenti dei suoi 30 anni, gli amici trovano foto di Eszter con un nuovo fidanzato su Facebook, e Áron, che non beve, distrugge tutto e compra un volo per Lisbona con i soldi dei suoi, esacerbando la sua situazione personale e la relazione con la famiglia.

Oltre al cast ben scelto, nel quale Ferenczik è delizioso e divertente nel ruolo di eroe imperfetto, il regista Reisz è scrittore, direttore della fotografia e co-autore della colonna sonora. La storia sembra molto personale (forse con qualche elemento autobiografico?) per un filmmaker 34enne che ha invitato i suoi veri amici a interpretare quelli del protagonista.

Reisz mette Áron in situazioni quotidiane reali a Budapest e dedica molta attenzione alla città, che presenta realisticamente con affetto e critiche, utilizzando fantasie umoristiche e scene oniriche per raccontare a colori lo stato psicologico del protagonista.

E se il film avrebbe funzionato meglio con qualche taglio - forse 70 minuti invece di 89 per rafforzarne l’effetto - questa peculiare commedia è un’opera soddisfacente e diversa dalla recente produzione ungherese sia per approccio estetico che nel trattamento del soggetto.

Prodotto da Proton Cinema Kft con la Budapest University of Theatre and Film Arts, For Some Inexplicable Reason è venduto dalla parigina Alpha Violet

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.