email print share on facebook share on twitter share on google+

INDUSTRIA Regno Unito / Cina

Il Regno Unito e la Cina firmano un trattato di co-produzione

di 

- Tutte le co-produzioni idonee potranno essere proiettate in Cina

Il Regno Unito e la Cina firmano un trattato di co-produzione

Una co-produzione cinematografica fondamentale tra Regno Unito e Cina è stata appena approvata, tramite il trattato firmato nel 2014, dal GREAT Festival of Creativity del governo britannico a Shanghai. L'accordo, che è stato negoziato per il Regno Unito dal British Film Institute e per la Cina dal China Film Bureau e dalla China Film Co-production Corporation, con il sostegno del Dipartimento per la Cultura, Media e Sport e dello UK Trade & Investment a Pechino, permetterà alle co-produzioni di qualità di avere accesso a benefit nazionali quali fonti di finanziamento e un percorso di distribuzione facilitato al pubblico. Nel Regno Unito questo include il Film Tax Relief e il BFI Film Fund. Le co-produzioni idonee potranno essere presentate in Cina. Attualmente la Cina permette solo a 34 titoli non nazionali di essere proiettati nei cinema cinesi ogni anno. D'ora in poi saranno proiettati molti più film britannici nelle sale cinesi di quanto le attuali restrizioni consentono.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Il Segretario alla Cultura britannico Sajid Javid ha detto: "Questo trattato è un passo avanti per il Regno Unito e le società di produzione cinesi. Aprirà la strada ai produttori del Regno Unito e alle loro controparti cinesi, che potranno condividere la loro esperienza creativa e fare film incredibili di cui beneficerà tutto il mondo".

Miao Xiaotian, presidente della China Film Co-production Corporation, ha dichiarato: "La firma del Film Co-Production Treaty cino-britannico segna l'inizio di una nuova era nella produzione di film in collaborazione tra Regno Unito e Cina. Ho ragione di credere che aprirà la strada a una più ampia cooperazione tra il nostro e il loro cinema".

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.