email print share on facebook share on twitter share on google+

FESTIVAL Portogallo

Line of Credit trionfa al FEST

di 

- Il dramma georgiano di Salomé Alexi domina la serata di chiusura dell’11º FEST New Directors / New Films

Line of Credit trionfa al FEST
Line of Credit di Salomé Alexi

L’11º FEST New Directors / New Films si è chiuso ieri sera con l’assegnazione al film Line of Credit [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
di Salomé Alexi del premio del miglior lungometraggio.

Presentata nella sezione Orizzonti dell’ultima Mostra di Venezia, questa coproduzione tra Georgia, Francia e Germania ruota attorno a una donna di 40 anni che conduceva una vita agiata in Unione Sovietica. Ora che vive in Georgia, fa fatica ad abituarsi al suo nuovo tenore di vita e si vede intrappolata, a causa di un prestito, in un circolo vizioso da cui non riesce a uscire.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Le due menzioni speciali assegnate nella sezione dei film di finzione sono andate a Violet [+leggi anche:
trailer
festival scope
scheda film
]
di Bas Devos (Belgio) e For Some Inexplicable Reason [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Gabor Reisz (Ungheria).

Il titolo argentino Dancing with Maria [+leggi anche:
trailer
intervista: Ivan Gergolet
scheda film
]
di Ivan Gergolet ha vinto il premio del miglior documentario, mentre il premio del pubblico è andato a Shipwreck di Morgan Knibbe (cortometraggio) e Transit di Hannah Espia (lungometraggio).

Nelle categorie dei cortometraggi risultano vincitori Démontable di Douwe Dijkstra (miglior cortometraggio sperimentale), Is Longing Hereditary di Gitte Hellwig (miglior cortometraggio documentario), Whole di Robert Banning e Verena Klinger (miglior cortometraggio d’animazione) e Everything Will Be Okay di Patrick Vollrath (miglior cortometraggio di finzione).

(Tradotto dall'inglese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.