email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Spagna

Marina Seresesky ci invita a oltrepassare La puerta abierta

di 

- La cineasta argentina residente in Spagna ha pronto il suo primo film, con protagonisti Carmen Machi, Terele Pávez e Asier Etxeandía

Marina Seresesky ci invita a oltrepassare La puerta abierta
Carmen Machi in La puerta abierta

La puerta abierta [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
è il primo lungometraggio di Marina Seresesky, attrice, sceneggiatrice e regista argentina trapiantata in Spagna che è stata finalista ai Goya del 2012 con il suo corto La boda. Interpretato da Carmen Machi, Terele Pávez (in un ruolo scritto per la scomparsa Amparo Baró, alla quale il film è dedicato) e Asier Etxeandía, La puerta abierta è stato girato nell’autunno del 2015 ed è pronto per il suo tour nei festival: ha già ottenuto il premio della miglior sceneggiatura in quello di Guadalajara (Messico). La sua storia tragicomica, ambientata nelle corralas madrilene e scritta dalla regista, parla di seconde opportunità e di famiglie: quelle biologiche e quelle d’elezione, e di come alcune siano tossiche e altre liberatorie.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I suoi personaggi centrali sono due prostitute: una madre, Antonia (Pávez), e sua figlia, Rosa (Machi), che hanno un rapporto infelice, dipendente e teso. A loro si unirà il travestito chiamato Lupita, incarnato da Asier Etxeandía (finalista come miglior attore agli ultimi Goya per La novia [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Paula Ortiz
scheda film
]
), che cambierà le loro vite. Mar Saura, Emilio Palacios (giovane rivelazione di Los héroes del mal [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
), Sonia Almarcha, Christian Sánchez e Paco Tous completano il cast.

Mentre La puerta abierta – prodotto da Álvaro Lavín e José Alberto Sánchez per Meridional Producciones, Chester Media Producciones, Stop&Play Europa, MilCiclos e Babilonia Films – comincia la sua carriera commerciale e festivaliera (Sofia, San Diego, Alicante, Amsterdam, Amburgo e Chicago sono alcune delle sue tappe), Seresesky si è immersa già nella preparazione del suo progetto successivo: Recuerda la muerte, una coproduzione con il Messico (Negras Network) basata sulle fotografie post mortem del XIX secolo, che sarà girato in Yucatán con – di nuovo – Carmen Machi e Bárbara Lennie come parte del cast spagnolo.

(Tradotto dallo spagnolo)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.