email print share on facebook share on twitter share on google+

CANNES 2016 Belgio

Joachim Lafosse firma il suo ritorno alla Quinzaine des Réalisateurs

di 

- Dopo Elève Libre nel 2008 alla Quinzaine e A perdre la raison nel 2012 a Un certain regard, il regista sarà di nuovo presente sulla Croisette con L’Economie du Couple

Joachim Lafosse firma il suo ritorno alla Quinzaine des Réalisateurs
L’Economie du Couple di Joachim Lafosse

Mentre ce lo immaginavamo già sulla Croisette l’anno scorso con Les Chevaliers blancs [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
, che fu invece selezionato per la prima competizione del Festival di Toronto, Joachim Lafosse torna alla Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes con il suo nuovo film, L’Economie du Couple [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
, girato l’estate scorsa. Non è la prima volta che Lafosse è a Cannes, giacché il suo quarto film, Elève libre [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Jacques-Henri Bronckart
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
, era già stato selezionato nella stessa sezione nel 2008, e il suo film successivo, A perdre la raison [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Joachim Lafosse
scheda film
]
, era stato scelto per la selezione ufficiale, nella sezione Un Certain Regard nel 2012.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

Girato a Bruxelles, L’Economie du Couple riunisce sullo schermo Bérénice Bejo, Cédric Kahn, Marthe Keller, Jade e Margaux Soentjens. Dopo dieci anni di vita comune, Marie e Thierry si separano. E’ lei ad aver comprato l’appartamento in cui vivono con i loro due figli, ma è lui ad averlo completamente ristrutturato. Non avendo Thierry i mezzi per cambiare casa, sono costretti a convivere. Al momento di fare i conti, ognuno cerca di conservare quello che ritiene di aver messo nella coppia.  

L’Economie du Couple è ancora una volta una coproduzione tra Versus Production e Les Films du Worso con il sostegno del CCA, di Wallimage e del Tax Shelter. E’ coprodotto dalla RTBF e BeTv-Voo, e sarà distribuito nel Benelux da O’Brother Distribution e in Francia da Le Pacte che si occupa anche delle vendite internazionali. 

E’ un ritorno alla Quinzaine anche per Versus, che vi ha già partecipato con Elève Libre, ma anche con Eldorado [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
di Bouli Lanners nel 2008, Illégal [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Olivier Masset-Depasse
scheda film
]
di Olivier Masset-Depasse nel 2010 e Les Géants [+leggi anche:
recensione
trailer
making of
intervista: Bouli Lanners
scheda film
]
nel 2011. 

Da notare inoltre la presenza delle coproduzioni belghe. Oltre ai film prodotti da Les Films du Fleuve e Entre Chien et Loup selezionati in selezione ufficiale (vedi l’articolo), ritroviamo anche Grave [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Julia Ducournau
scheda film
]
di Julia Ducournau alla Settimana della Critica (coprodotto da Frakas, girato e post-prodotto in Belgio), così come Ma Loute [+leggi anche:
recensione
trailer
Q&A: Bruno Dumont
scheda film
]
di Bruno Dumont e Personal Shopper [+leggi anche:
recensione
trailer
intervista: Artemio Benki
intervista: Olivier Assayas
scheda film
]
di Olivier Assayas, coprodotti da Scope Pictures, e che parteciperanno alla competizione ufficiale.

Infine, per essere completi sulla presenza belga a Cannes, ricordiamo la selezione all’Atelier della Cinéfondation di Nicolas Rinçon Gilles.

(Tradotto dal francese)

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.