email print share on facebook share on twitter share on google+

VENEZIA 2016 Giornate degli Autori

L'uomo che non cambiò la storia in programma alla Mostra

di 

- Annunciato un nuovo titolo: il film documentario di Enrico Caria liberamente ispirato al diario dell'archeologo e storico dell'arte Ranuccio Bianchi Bandinelli "Il viaggio del Führer in Italia"

L'uomo che non cambiò la storia in programma alla Mostra
L'uomo che non cambiò la storia di Enrico Caria

La Biennale di Venezia ha annunciato un nuovo titolo in programma alla 73. Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia (31 agosto - 10 settembre 2016), presentato in collaborazione con le Giornate degli Autori - Venice Days. E' il film documentario di Enrico Caria L'uomo che non cambiò la storia [+leggi anche:
trailer
intervista: Enrico Caria
scheda film
]
, liberamente ispirato al diario dell'archeologo e storico dell'arte Ranuccio Bianchi Bandinelli "Il viaggio del Führer in Italia", e realizzato grazie alle immagini d'archivio dell'Istituto Luce - Cinecittà.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Ranuccio Bianchi Bandinelli ė figura notissima fra gli storici dell'arte e gli archeologi italiani - dichiara Alberto Barbera, direttore della Mostra di Venezia - Meno noto il fatto che, costretto a far da guida a Hitler e Mussolini in occasione del primo viaggio in Italia del Führer, si fosse interrogato sull'opportunità di organizzare un attentato per togliere di mezzo gli ingombranti dittatori. Caria ricostruisce con ironia e precisione documentale l'incredibile vicenda, che suscita ancora oggi interrogativi di grande attualità".

Enrico Caria è autore di commedie nere e satiriche (17, ovvero: l'incredibile e triste storia del cinico Rudy CainoCarogneBlek GiekL'era legale) e del docu-film Vedi Napoli e poi muori

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.