email print share on facebook share on twitter share on google+

FILM Italia

Lascia stare i santi: viaggio nella fede popolare

di 

- Arriva nelle sale il nuovo documentario di Gianfranco Pannone, che con sguardo laico esplora il bisogno di sacro, di ieri e di oggi. Distribuisce Luce-Cinecittà

Lascia stare i santi: viaggio nella fede popolare

Un viaggio in Italia lungo un secolo, tra santi e madonne, processioni e richieste di grazia, rituali e fanatismo, per scoprire che quel bisogno di sacro che oggi sembra tanto lontano da noi, così lontano poi non è. Dal Veneto alla Sicilia, dal Lazio alla Puglia, è un’esplorazione del mondo della religione popolare che compie Lascia stare i santi, il nuovo documentario di Gianfranco Pannone (Sul vulcano [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
, L’esercito più piccolo del mondo [+leggi anche:
trailer
scheda film
]
), che dopo l'anteprima alla Festa del cinema di Roma lo scorso ottobre, comincia oggi il suo tour nelle città italiane.

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

I documentari e i cinegiornali dell’Archivio Luce assecondano questo viaggio nella fede popolare che il regista, con sguardo laico, rimescola in un percorso emozionale tra passato e presente. “La religione popolare nel profondo ci rivela il Paese: invasioni, soprusi, rivolgimenti, morte hanno accompagnato duemila anni di storia e la devozione per i santi spesso ha rappresentato un conforto, specie per i più umili”, spiega Pannone. “Oggi le cose sono cambiate, le guerre sembrano lontane e la devozione religiosa si è fatta più composta, oltre che minoritaria. Rimangono vivi per fortuna i canti e le musiche devozionali”.

Oggi, specie nel Sud Italia, con “isole” anche al Nord, la fede popolare trova infatti la sua massima espressione nel canto, nella musica. E i suoni proposti in questo film da un maestro della canzone popolare, Ambrogio Sparagna, ne sono una chiara testimonianza. Il tutto è arricchito dalla narrazione di Sonia Bergamasco e Fabrizio Gifuni, e dalle voci di repertorio di intellettuali come Pasolini, Silone, Soldati, Scotellaro, Gramsci.

Il film prodotto da Istituto Luce-Cinecittà (che lo distribuisce anche) inizia oggi, lunedì 30 gennaio, un tour in numerose città italiane a partire dall’anteprima di Roma al cinema Apollo 11 (dove proseguirà la programmazione da giovedì 2 febbraio), poi a Milano (cinema Beltrade, dal 2 febbraio), Napoli, Torino, Bologna, proseguendo per tutto febbraio e marzo. In tante delle tappe previste, le proiezioni saranno accompagnate da esibizioni dal vivo di Ambrogio Sparagna, che sarà affiancato ogni volta da musicisti locali.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.