email print share on facebook share on twitter share on google+

PRODUZIONE Italia

Pasquale Scimeca gira Balon, dal deserto nigeriano alla Sicilia

di 

- Dopo Biagio, il regista torna sul set per raccontare la fuga di un fratello e una sorella rimasti orfani a causa della guerra dei miliziani jihadisti

Pasquale Scimeca gira Balon, dal deserto nigeriano alla Sicilia
David Koroma e Yabom Fatmata Kabia in Balon

Pasquale Scimeca torna sul set dopo Biagio [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, presentato in concorso alla nona edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Sono infatti iniziate da qualche giorno le riprese di Balon [+leggi anche:
recensione
trailer
scheda film
]
, racconto della fuga, dalla Nigeria all'Europa, di un fratello e una sorella, Amin e Isoké, rimasti orfani a causa della guerra dei miliziani jihadisti di Boko Haram, che hanno distrutto il loro villaggio e ucciso i loro genitori. 

(L'articolo continua qui sotto - Inf. pubblicitaria)

"Li vediamo arrivare ogni giorno su barconi e gommoni fatiscenti: sono padri e madri, fratelli e sorelle, bambini con gli occhi smarriti che fuggono da guerre e carestie, da persecuzioni e miserie”, racconta il regista. "Sappiamo tutto sui naufragi, sugli sbarchi, sugli eroi che li salvano dagli abissi marini. Quello che non sappiamo è il perché affrontano viaggi terribili, e cosa succede nel deserto o in Libia. Ecco perché ho deciso di andare in Africa. Per cercare di comprendere e poi poterlo raccontare in un film. Un film, che spero ci aiuti a capire che non serve avere paura, che non serve costruire muri, scavare trincee e alzare reticolati di filo spinato".

Le riprese di Balon dureranno otto settimane e si svolgeranno tra la Sierra Leone, l'Algeria e la Sicilia. 

Il soggetto e la sceneggiatura sono firmati dallo stesso Pasquale Scimeca. Nel cast del film è presente Vincenzo Albanese, attore feticcio del regista, e per la prima volta sullo schermo David Koroma nel ruolo di Amin e Yabom Fatmata Kabia nel ruolo di Isoké. Balon è  una produzione Arbash in collaborazione con Rai Cinema, con il contributo del MiBACT-Direzione Generale Cinema.

Ti è piaciuto questo articolo? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere altri articoli direttamente nella tua casella di posta.